Brasile: la Ferrari di Vettel vince ad Interlagos, Hamilton rimonta super

Vettel e la Ferrari vincono il GP del Brasile a Interlagos, penultima prova del mondiale di F1 2017. Bottas e Raikkonen sul podio ma Hamilton grande protagonista: parte dalla pit lane e arriva quarto sfiorando il podio.

Media preview

La Ferrari torna alla vittoria che mancava dal GP d’Ungheria con una gara praticamente perfetta del suo alfiere di punta, Sebastian Vettel. Scattato molto bene allo spegnimento dei semafori, il tedesco è riuscito a sopravanzare Bottas, scattato dalla pole, prendendo una leadership di gara che non ha mollato più fino alla bandiera a scacchi, neanche quando Bottas – complice un undercut – gli si è rifatto pericolosamente sotto al momento della prima sosta ai box.

E’ una vittoria che conta poco ai fini dei due mondiali, che sono entrambi andati in direzione di Stoccarda

Ma è forse Hamilton il grande protagonista di giornata. Il neo tetracampione del mondo è partito dalla pit lane dopo il botto nelle qualifiche di ieri ma si è letteralmente bevuto i suoi colleghi in pista, inscendando una incredibile rimonta che l’ha portato a ridosso del podio. E se non fosse stato per un’ottima difesa di Raikkonen, giunto terzo dietro Bottas, quel podio sarebbe arrivato davvero. Anche Daniel Ricciardo, partito 14esimo cause penalità ha portato la sua Red Bull al sesto posto, evidenziando ancor di più il netto solco che c’è tra i tre top team e tutto il resto dello schieramento.

Media preview

E’ stata anche la gara di Felipe Massa e Fernando Alonso, per motivi differenti, con il primo protagonista del suo ultimo GP del Brasile e visibilmente emozionato (anche se non c’è stata la replica del momento strappalacrime dello scorso anno) e il secondo protagonista di quella che forse è stata la migliore gara della McLaren da quando ha re-intrapreso il rapporto con Honda tre anni fa, non tanto per il risultato quanto per la consistenza del ritmo gara.

Ad ogni modo un Gran Premio interessante, con i protagonisti quasi liberi di correre, se non fosse per il fatto che c’è un secondo posto mondiale da conquistare e che oggi ha visto Vettel aumentare a 22 lunghezze il divario da Bottas, con la sola gara di Abu Dhabi ancora da disputare. Questo obiettivo, per Ferrari, è quasi raggiunto.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com