Alfa Romeo in F1: il ritorno si avvicina

Sauber – Alfa Romeo nel 2018? Secondo Sergio Marchionne si può fare. Il presidente della Ferrari sta valutando il rientro del marchio del Biscione già dal 2018, come main sponsor del team elvetico.

Il ritorno dell’Alfa Romeo in F1 può essere fattibile in tempi brevi, addirittura dal 2018. Come riportato dal direttore di Motorsport.it Franco Nugnes, Sergio Marchionne vuole riportare in F1 il marchio Alfa Romeo assente nel circus dal 1988. Un ritorno di un marchio così prestigioso come quello del Biscione, darebbe un’ulteriore slancio a livello di marketing e commerciale.

In pratica con l’arrivo di Alfa Romeo in casa Sauber, la scuderia svizzera diventerebbe a tutti gli effetti lo junior team della Ferrari, ancor di più rispetto a quello che attualmente lo è l’Haas. Sempre da quanto riportato da Nugnes, alcuni uomini chiave del gruppo FCA sono andati recentemente in Svizzera per convincere la dirigenza della Sauber nel legarsi con l’Alfa Romeo. Tale operazione garantirebbe non solo più stabilità economica alla scuderia elvetica (con maggior supporto tecnico da parte della Ferrari), ma darebbe più possibilità nell’avere una line-up di piloti tutti FCA.

Se qui ad Interlagos ci sarà l’annuncio dell’ingaggio di Charles Leclerc per il 2018 da parte della Sauber, non è detto che non ci sia posto anche per l’altro driver di casa Ferrari Antonio Giovinazzi.

Il pilota di Martina Franca ha pieno supporto da parte del presidente Marchionne, con quest’ultimo che sfrutterebbe l’arrivo del marchio Alfa Romeo per riportare in pianta stabile un pilota italiano nel circus, nonché pupillo di casa Ferrari.

Chi ne farebbe le spese chiaramente oltre a Wehrlein, sarebbe Marcus Ericsson. Indiscrezioni provenienti dal paddock danno per certa la conferma di Marcus Ericsson anche per la prossima stagione, con il pilota ex Caterham appoggiato dagli investitori svedesi  presenti in Longbow Finance, ovvero gli attuali proprietari della Sauber. Ad ogni modo la società svizzera proprietaria del team non avrebbe ancora ripagato i numerosi debiti alle banche svizzere, con quest’ultime creditrici nei confronti della Sauber.

 

Anche per questo motivo dunque ci sarebbe un’ulteriore spinta per concretizzare l’operazione Sauber – Alfa Romeo già dal 2018, con l’arrivo del marchio di Arese in casa Sauber che può portare nuovi investitori, poichè il marchio Alfa Romeo ha fatto la storia in F1.

Certamente vedere nuovamente il marchio del Quadrifoglio in una fiancata di una monoposto di F1, sarebbe qualcosa di emozionante, che andrebbe a richiamare tanti appassionati alfisti presenti in tutto il mondo. E chi ne beneficerebbe tra tutti, ci sarebbe pure Liberty Media.

Alberto Murador

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

  • Patrizio Barni

    Speriamo, aspettiamo con ansia