Beastly Days : Messico 1986 – La prima vittoria di Berger e della Benetton

Dopo quel giorno glorioso: Al termine della stagione, come detto, Berger e la Benetton si separeranno. L’austriaco si lancerà sulla Ferrari per tre stagioni prima di approdare alla Mclaren dove raccoglierà le sue più grandi soddisfazioni. In una carriera che sembra quasi a ritroso, Berger tornerà nuovamente in Ferrari nel 1993 per poi passare ancora alla Benetton nel 1996. Proprio con la scuderia di Luciano Benetton correrà le sue ultime stagioni e vincerà l’ultima gara a Hockenheim nel 1997. La Benetton, invece, dopo quella prima vittoria andrà verso una crescita lenta ma costante. Certo, tornare a vincere quando hai a che fare con mostri tipo la Mclaren Mp4\4 o la saga delle Williams Fw14 non è facile, ma ci riuscirà con Nannini e con Piquet (tre volte). Nel 1991 arriva un tedesco forte e veloce che risponde al nome di Michael Schumacher che vincerà due mondiali, portando la Benetton al suo massimo storico. Berger e la Benetton si ricongiungono, come accennato, nel biennio 1996/97 come a voler chiudere per entrambi un ciclo. Gli ultimi anni della Benetton sembrano i primi, con un team veloce ma mai veramente all’altezza di poter competere per il mondiale. Nel 2001 la famiglia Benetton, dopo 15 anni, vende tutto alla Renault e abbandona definitivamente la Formula 1.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+’://platform.twitter.com/widgets.js’;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document, ‘script’, ‘twitter-wjs’);


Luca Sarpero

28 anni di vita e 29 passati ad amare la Formula 1. Senza se e senza ma. Amante del web per passione, storico di F1 per vocazione.