Alonso e la McLaren, questione di cuore e di sfide (im)possibili

Fernando Alonso concede fiducia alla McLaren-Renault, un binomio intrigante e che potrebbe togliersi soddisfazioni a medio termine.

di Marina Beccuti

Dall’altro ieri sera è ufficiale: dopo alcuni tentennamenti, Fernando Alonso ha deciso di rimanere in McLaren. La scelta l’ha fatta con il cuore, come ha detto lo stesso pilota asturiano dopo l’annuncio del suo rinnovo annuale con il team di Woking.

La notizia era nell’aria, con la McLaren che, non a caso, aveva mollato la Honda, che gli aveva portato tanti soldi ma poche soddisfazioni. Questo per correre ai ripari e poter trattenere il due volte campione del mondo, successi ottenuti proprio con la Renault. La casa francese, che fornirà ancora i motori alla Red Bull per un anno, sicuramente è stata invogliata ad una partnership con la McLaren proprio per la presenza dell’ex ferrarista.

Media preview

Adesso, dopo la conclusione di questo Mondiale, che si appresta a vivere il quartultimo atto ad Austin nel prossimo weekend, Alonso e la McLaren devono risalire la china, tornare almeno a podio ed essere in grado di vincere qualche gara. Competere per il titolo sembra al momento difficile, ma nulla, nello sport, è impossibile.

Nando crede ancora di poter vincere il terzo Mondiale della carriera e, se è rimasto in F1, è proprio per questo suo obiettivo, che è diventato quasi un’ossessione, soprattutto guardando ai quattro titoli di Sebastian Vettel e ai tre, quasi quattro, di Lewis Hamilton.

La grandezza di Alonso è sempre stata quella di non arrendersi mai, di crederci sempre, perché ha una grande autostima, sa di essere uno dei più forti (qualcuno pensa che sia il migliore in circolazione) ma, le sue scelte sbagliate, l’hanno portato ad avvilire un po’ il periodo pieno della sua maturità.

Comunque sia la sua presenza in F1 dà ancora molti stimoli, non è mai banale nelle sue osservazioni, sa essere ironico, in pista è veloce ma sa anche recitare, come in una commedia, un ruolo che non gli si addice. Quello del doppiato che decide magari di favorire uno dei duellanti per il titolo.

Fernando ha sempre fatto battere il cuore alla gente e lui alla fine ha deciso di stare al gioco in modo strano, eccentrico, da vero samurai. Lottare fino all’ultima goccia di sangue.

Marina Beccuti