Monza, vero banco motori, ecco i primi responsi

Le prima giornata di prove libere a Monza da subito i primi responsi suiprobabili valori in pista. Occhi puntati ovviamente su Ferrari e Mercedes. In paddock ancora molti i commenti riguardo il caso dell’omologazione che sembrerebbe essere stata anticipata dalla mercedes a Spa per non incappare nella restrizione dei 0,9L per 100Km di olio motore consumabile.

Scelta che, secondo molti, non sarebbe servita alla Mercedes per incrementare le sue prestazioni ma a  rimanere all’interno di un certo margine di sicurezza per non incappare in problemi di affidabilità. Da non sottovalutare anche la scelta di utilizzare motori freschi per due prove (Spa e Monza) assai impegnative per le Power Unit.

Se qualcuno aveva dubbi sui reali distacchi di potenza tra le PU Ferrari e Mercedes, forse le prove di Monza avranno definitivamente, se ancora ce ne fosse stato bisogno, di dimostrare che il gap a favore della Mercedes rimane ampio. Il tempo di Vettel staccato di 0,140″ è molto indicativo, essendo stato ottenuto più tardi dalla Ferrari con pista in miglioramento.

La scala dei valori delle PU è esattamente quella che si legge dalla classifica dei tempi ottenuti con Mercedes davanti a tutti, Ferrari a inseguire (non lontanissima), e Red Bull ancora più dietro. Per il momento c’è solo da sperare che il prossimo sviluppo del motore Ferrari aiuti a chiudere il divario, visto che Mercedes ha per quest’anno non potrà più sviluppare i propulsori. Monza un suo primo giudizio l’ha dato, da pista “banco motori” il responso sembra chiaro.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

One thought on “Monza, vero banco motori, ecco i primi responsi

Lascia un commento