F1 | Beastly Days: Canada 2008 – L’esplosione di Robert Kubica

Uscita canadese di Beastly Days per Robert Kubica e il suo capolavoro in Canada nel 2008. Meno di un anno prima, proprio sul tracciato di Montreal, Kubica rischiò la vita in un terribile incidente.

Il personaggio: Robert Kubica: ovvero uno dei più grandi talenti inespressi degli ultimi 10 anni. Un campione proveniente da un paese, la Polonia, con storie di motorsport poco più che a livello amatoriale ma che è riuscito ad arrivare fino alla Formula 1. Un pilota deciso e coriaceo fin dai tempi dei kart. Un ragazzo conscio di ogni minimo sforzo fatto dalla famiglia per farlo correre. Figlio di un tipografo, in tempi in cui Polonia e libertà di stampa non andavano proprio d’accordo, nasce il 7 dicembre del 1984 a Cracovia. Corre nel campionato Kart polacco poi, visto il talento precoce, sbarca in Italia dove continua a mietere successi. Nel 2002, a soli 18 anni, è già nel giro Renault quando vince il Renault Master Trophy ad Interlagos. Nel 2003 sarebbe prontissimo per la F3, ma un incidente stradale blocca la sua ascesa. Incidente stradale dalla quale ne esce vivo ma con segni sul corpo che lo portano addirittura a rischiare l’amputazione del braccio. Nel 2005 vince il campionato di Formula Renault, e svolge un test premio con la Renault F1. Mario Theissen, gran boss della BMW motorsport, è li quasi per caso ma rimane folgorato dalla velocità e dal talento di Kubica. Non ci pensa su due volte, e mette di fronte a Robert un contratto per la Sauber-Bmw. Kubica, ovviamente, firma subito. Nel 2006 Kubica svolge il ruolo di terzo pilota Bmw-Sauber e, come mansione secondaria, gli viene imposto di tenere costantemente il fiato sul collo a Jacques Villeneuve che sta sulla seconda macchina solo perchè è obbligato da carte burocratiche. Alla prima scusa, un innocuo botto a Hockenheim, la Bmw silura Villeneuve e promuove Kubica al ruolo di seconda guida. Robert ripaga alla grande, centrando il podio già a Monza alla sua seconda gara in carriera. Stra confermato per il 2007, Kubica chiude la sua prima stagione completa in Formula 1 con tanti bei piazzamenti a punti. Proprio in Canada è protagonista del più spettacolare incidente degli ultimi 20 anni, con la sua Bmw che letteralmente si sbriciola contro il muretto di cemento prima del tornante Epingle. Se la cava con un grande spavento, una gara saltata e una caviglia slogata. Per il 2008, il mondo intero delle corse s’aspetta l’esplosione di Kubica e della Bmw. L’anno comincia bene con una pole in Bahrein e tanti podi, ma è in Canada che arriva il vero Beastly Days di Kubica e della Bmw.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Sarpero

28 anni di vita e 29 passati ad amare la Formula 1. Senza se e senza ma. Amante del web per passione, storico di F1 per vocazione.

Lascia un commento