venerdì, Settembre 30, 2022

F1 | Mercedes e Red Bull deludenti a Melbourne, scopriamo i motivi

Mercedes e Red Bull hanno deluso a Melbourne. L’autore analizza le ragioni della sconfitta.

Il primo gran premio del 2017 a Melbourne ha riservato delle sorprese, soprattutto a Mercedes e Red Bull. Sono sorprese negative però: mentre nel 2016 dominavano la scena, ora si trovano a inseguire. Le due squadre però inseguono per motivi diversi, vediamo quali.

Sicuramente la sconfitta della Mercedes è la più roboante. Era data per super-favorita, e invece ha vinto la Ferrari. E’ ancora la favorita – non basta una gara per darla sconfitta – ma sicuramente ci si aspettava di più.

La Mercedes ha affrontato i test invernali a Barcellona con alcuni problemi che si sono protratti alla prima corsa.  Il passo così lungo della W08 non rende semplice questo aspetto, e complica la gestione della vettura nelle curve più strette. Altro aspetto fondamentale la gestione del weekend di gara. Mentre prima la Mercedes era abituata a dominare, ora la Ferrari ha dato battaglia in modo serio. Questo ha messo in crisi un team abituato a dominare in scioltezza, e l’ha indotta a un errore strategico. Infine, la gestione di un pilota come Hamilton, fortissimo ma psicologicamente non impeccabile quando la vettura non è al top. Per chiudere il quadro, sono stati evidenziati problemi di affidabilità alla power unit. Con ogni probabilità, la Mercedes tornerà a vincere, ma stavolta dovrà sudarsela fino al traguardo.

Per quanto riguarda la Red Bull, invece, possiamo parlare di delusione. Ci si aspettava il salto di qualità definitivo nell’inverno, invece il salto è stato all’indietro. Fin dalla presentazione la monoposto ha suscitato perplessità. Nessuna soluzione particolarmente originale – a parte il “buco” nel muso – piuttosto una vettura molto simile alla precedente. Si è parlato di vettura con poche superfici per compensare la scarsa potenza della power unit Renault, uno dei motivi del ritardo. Ma Albert Park ha evidenziato delle criticità notevoli. La RB13 non è mai stata della partita, almeno per il podio. Verstappen si è limitato a una corsa tranquilla, chiudendo quinto senza guizzi particolari. Ricciardo in qualifica ha perso la vettura in una curva ad alta velocità, quando invece da una Red Bull ti aspetteresti grande stabilità. Per non parlare dei molti problemi di affidabilità durante il weekend. A Milton Keynes sanno fare le macchine, e per il prosieguo della stagione ci aspettiamo una ripresa, ma l’inizio ha deluso non poco.

Marco Bottamini
Marco Bottamini
Seguo la F1 dal 2000, GP di Suzuka... Da allora, il mio amore per la regina del motorsport è diventato indissolubile. Ogni domenica è un rito, un brivido, un'emozione, sull'onda della velocità.

Ultimi articoli

3,652FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe