F1 | Ferrari una sconfitta pre-Mondiale 2017

Noi di F1Sport.it eravamo stati molto critichi riguardo la lettera di richiesta di chiarimenti inviata da Simone Resta alla FIA sulle presunte sospensioni “intelligenti” di Red Bull e Mercedes.

Posizione e parere e spesso anche più volte durante il nostro programma radiofonico PitTalk. Più volte abbiamo ripetuto come fosse ancora tutto da dimostrare che le sospensioni chiamate in causa abbiano effettivamente un comportamento intelligente (simile a quelle attive). Eravamo stati anche ironici e provocatori riguardo la richiesta di Resta http://www.f1sport.it/2017/01/f1-mondiale-2017-e-le-scoperte-ferrari/ ma avevamo, a quanto pare, ragione da vendere…

Da quanto emerso infatti dopo l’ultimo Technical Regulation Meeting di Ginevra infatti si è tornati nuovamente a ribadire un concetto già “strachiaro” a tutti, almeno pensavamo. Quello per cui le sospensioni debbano avere solo un impatto sulla meccanica della vettura e non solo sull’aerodinamica. Tralasciando che qualunque tipo di sospensione avendo un impatto sulla meccanica, di fatto, lo ha anche sulla aerodinamica, questo non fa altro che confermare la tesi che portavamo avanti, ovvero quella che: l’illegalità e gli effetti diretti sull’aerodinamica delle sospensioni Red Bull e Mercedes è tutta da provare. 

La FIA ovviamente ha ripetuto che se ci sarà anche solo qualche sospetto queste verranno dichiarate illegali. Quindi tanto per confermare che al momento nulla è stato dichiarato illegale e nulla ha sollevato sospetti quindi, contrariamente invece a quanto riportato in Italia da molti pseudo-organi di stampa. 

Una sconfitta per la Ferrari che getta ancora dubbi e preoccupazione riguardo quanto si potrà ottenere durante la prossima stagione iridata.

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk in FM a Roma, Latina, Civitavecchia, Como, Cantù, Olbia, Sassari, Crotone e Lanciano e sul web - Blogger ilfattoquotidiano.it Twitter: @antoniogranato

  • Pigna

    Ma se le sospensioni non devono avere un impatto sull’aerodinamica, ammesso che i sistemi di red bull e mercedes non lo abbiano, quali sono quelle che lo hanno?

    • Antonio Granato

      Quelle intelligenti

  • ivanoe

    quello di Simone Resta era semplicemente un chiarimento alla fia.

    • Francesco

      Più che richiesta di chiarimento, è stato un tentativo di boicottare il sistema Mercedes andando a capire se questo avesse potuto avere qualche irregolarità. La Ferrari non era sola in questa azione, ma accompagnata da altri tre team. L’ho spiegato nel mio articolo uscito ieri: http://www.f1sport.it/2017/02/f1-sospensioni-ferrari-possibile-protesta-a-melbourne/

      • ivanoe

        non mi pare proprio, visto che qualcuno voleva spingersi oltre.

        • Francesco

          Sii più chiaro (CHI voleva spingere oltre e VERSO COSA?) e dimmi dove non ti trovi con ciò che ho scritto io (che è oggettivo e non opinabile).

          • ivanoe

            sulla gazzetta, la settimana scorsa hanno riparlato di nuovo di queste maledette sospensioni (e la fia non ha ancora deciso se si o no). la richiesta di Resta era un chiarimento e no un boicottagio! in quanto sembra che la Ferrari avesse qualcosa oltre. (e forse anche altri team).

          • Francesco

            Invece dalla Germania, un paio di giorni fa, hanno parlato di reale tentativo di Ferrari (e non solo) di impedire che questo sistema andasse in pista. Diciamo che la Gazzetta è stata un po’ più “morbida” nel definire lo stesso concetto. Il tutto è avvenuto il 7 febbraio scorso nel meeting di Ginevra.

          • Antonio Granato

            La FIA ha deciso NO, altrimenti avrebbe già deciso SI. Se non prende provvedimenti è palese che per lei la situazione è regolare

          • ivanoe

            stando ad alcuni quotidiani la fia decidera’ a vetture presentate. poi e’ chiaro che se la Ferrari dovesse risultare performante, verra’ penalizzata. (a parte il fatto che mi auguro che lasci questa pseudof1).

          • Francesco

            “Poi e’ chiaro che se la Ferrari dovesse risultare performante, verra’ penalizzata”

            Credo che da questa frase si evinca come la Ferrari a quanto pare sia sempre messa in situazioni poco piacevoli da chi di dovere.

            Penso che sia un discorso sbagliato. La Ferrari allo stato attuale è vittima solo della sua inferiorità tecnica (dovuta a molteplici fattori) e nient’altro.

          • ivanoe

            molteplici fattori senza dubbio, soprattutto dal fatto che i famosi gettoni (da luna park, pensa che invenzione) non permettavano a Ferrari e non solo, di recuperare rispetto a mercedes………..fatta con regolamento cucito su misura. Per questo do colpa di averlo accettato………test + test + test?

          • frejus

            Bocciare tutte le soluzioni al limite da una parte e chiudere un’occhio dall’altra porta come risultato arretratezza tecnica…. che è conseguenza non causa…

      • ivanoe

        se le cose stanno cosi’, la Ferrari (e non solo) ha fatto quello che doveva fare. saluti.

  • Pingback: F1 | Sospensioni: Ferrari, possibile protesta a Melbourne()

  • Francesco Ciotti

    “eravamo stati molto critichi” ???????

  • Raffaele Russo

    Vi seguo spesso, vorrei farvi una domanda:
    Leggendo il Vs. blog nella maggior parte degli articoli si inizia dicendo come avevamo detto… avevamo ragione… Ma siete in competizione con qualcuno ?
    Chi vi legge lo fa perchè reputa interessanti i Vs articoli e non credo che gli si debba continuamente dire lo avevo detto….. o credete che il lettore sia un rimbambito ?
    Riguardo a questo articolo penso che non abbiate capito la richiesta che Resta fa alla FIA, per avere una risposta aspettate il primo GP del 2017.

    • Davide Neri

      E’ l’insicurezza.

    • frejus

      Concordo in pieno. L’avevo notato anche io.

    • Raffaele Russo

      Dopo le verifiche tecniche del giovedì sulle monoposto che domenica correranno il Gran premio di Australia di F1 sul circuito di Melbourne, il direttore di corsa e delegato alla sicurezza Charlie Whiting ha detto che “Mercedes e Red Bull hanno dovuto cambiare le sospensioni”.

  • Davide Neri

    L’illegalità sarà tutta da provare ma gli effetti sulle prestazioni no, Force India ha ammesso che ci stanno lavorando anche loro come tutti, nessuno si mette a sviluppare complessi sistemi idraulici se non c’è un vantaggio, soprattutto in un anno in cui si introducono gomme ancora più grosse e grasse che fanno già loro da sospensione. Ferrari ha solo chiesto se la FIA considera un sistema di sospensione come aerodinamica mobile in certi casi e la risposta è sì. Stiamo parlando di gente che ha considerato il sistema di Renault con un peso ammortizzato all’interno di una massa scollegata da qualsiasi ala come aerodinamica mobile.