F1 | E’ morto Mario Poltronieri

E’ mancato Mario Poltronieri voce storica della Formula 1. Poltronieri aveva ottantasette anni.

di Luca Sarpero

Mario Poltronieri era nato a Milano il 23 novembre del 1929 e aveva iniziato lavorare in Rai a soli 32 anni, dopo una buona carriera da pilota. Iniziò prima con il baseball, ma poi passò a motociclismo e Formula 1; le sue grandi passioni.

Ventitré anni di onorato servizio presso mamma Rai e pagine su pagine di storia del motorsport vissuta e, forse inconsapevolmente, scritta da protagonista. Dai fuori onda, alle interviste. Sempre lì, lì sul pezzo. Poi la pensione, a fine 1994, ma un’attività da opinionista tra le più attive e autorevoli che si potessero avere. Fantastiche e sempre di grande acume le sue opinioni in programmi come “Grigli di Partenza” o “Processo al Gran Premio” dove era anche conduttore.

Se n’è andato in punta di piedi. In una fredda serata di metà gennaio a Milano, nella sua casa. In punta di piedi come una sua telecronaca, sempre gentile e mai sopra le righe. Telecronache che però sono diventate vere e proprie icone di un tempo, e voce di una Formula 1 che non tornerà più. Senza mai cercare il termine o la parola ad effetto, ma rimanendo abbracciato al suo modo di fare gentile e cortese anche mentre da dietro un microfono parlava di corse. Uno stile unico, inimitabile che però nel suo essere incredibilmente semplice ha saputo emozionare. “Il coraggio leonino del pilota franco-canadese“. Dijon 1979. “E’ passato, e’ passato Villeneuve!“. Montecarlo 1981. Alzi la mano chi non ha mai sentito queste parole.

In omaggio al grande Mario Poltronieri, vi proponiamo di seguito la puntata di Pit Talk alla quale partecipò come ospite.

Ascolta Pit Talk puntata n°12″ su Spreaker.

 

 


Luca Sarpero

28 anni di vita e 29 passati ad amare la Formula 1. Senza se e senza ma. Amante del web per passione, storico di F1 per vocazione.