F1 | Lewis Hamilton ed un nuovo inizio

Intendiamoci bene, non sto dicendo che la condotta “hollywoodiana” di Lewis sia la causa della sconfitta 2016 del britannico, non scherziamo. Ma sarebbe miope e sbadato non ricordare che Hamilton nel corso della carriera è stato anche altro. Quando, insomma, si accontentava di essere il personaggio che era, ovvero un ragazzo pieno di talento venuto dal nulla tra mille sacrifici suoi e della famiglia. L’uscita di scena della fidanzata Nicole Scherzinger, l’ingresso ai box dei cani Roscoe e Coco sono tutti sintomi di una qual certa solitudine mentale incontrata da Lewis, una condizione per certi versi non volutamente ricercata e non per forza da erigere a scelta dell’anno.

Credo che Nico Rosberg non abbia nulla da insegnare a Lewis Hamilton per quanto riguarda le corse in pista, eccezion fatta per la messa a punto in condizioni difficili. Nella così detta vita, invece, credo che il tedesco possa fornire al numero 44 molti spunti di riflessione. La strada del “Me against the World” intrapresa da Hamilton a partire dal 2011, a conti fatti, ha creato forse più danni che altro. Ma non è questo il punto, che va invece ricercato in una maggiore maturità da parte di Lewis, il quale ha dimostrato più volte di poter essere chiunque, perché è vero con sé stesso, al di là delle molte critiche che invece riceve in tal senso.

Che sia biondo platinato, con tre tatuaggi in più o con un terzo cagnoletto ai box, Hamilton è sempre Hamilton: un genio dell’automobilismo ed un personaggio con tutti i crismi per lasciare il segno. Cosa che, per altro, ha già abbondantemente fatto, sia sul fronte delle statistiche che su quello storico.
Il 2017 sarà un importante banco di prova per lui e penso che se la vettura lo assisterà, “the black pearl” potrà imporre maggiormente la sua legge cercando al contempo di trovare una propria strada. O per meglio dire, di ritrovarla. Chissà che l’assenza di Nico Rosberg all’interno del team non lo spinga in qualche modo a riempire certi vuoti.


Alessandro Bucci

Giornalista, addetto stampa e social media, collaboro con le testate Autosprint, Italiaracing.net, Ravennanotizie.it oltre al portale web F1Sport.it e con la 100 km del Passatore. L'automobilismo è sempre stata una delle mie più grandi passioni, che coltivo sin dalla tenera età.