F1 | Ericsson resta alla Sauber nel 2017

La Sauber ha raggiunto un accordo con Marcus Ericsson per la prossima stagione.

 

Come previsto, il pilota svedese ha annunciato che correrà per la Sauber nel 2017. Stando alla testata inglese Autosport il team elvetico avrebbe trovato un accordo con Ericsson prima del GP del Brasile. Vengono quindi meno le ipotesi che lo avevano visto coinvolto in trattative con Williams, Force India e Renault, tutte squadre che hanno già definito la loro line-up per il 2017.

Ovviamente le parti in causa sono felici per l’accordo raggiunto. Il primo a esserlo è lo stesso Ericsson, che dichiara di sentirsi “a casa” alla Sauber, team con cui ha corso per gli ultimi due anni.

 marcus-ericsson

Soddisfatta è anche Monisha Kaltenborn, che ringrazia Ericsson per aver sempre “dato quel qualcosa in più” nel suo ruolo di pilota. Aprrezza che sia migliorato molto negli ultimi due anni, “nonostante le molte difficoltà” e “sa come lavorare in team e motivare le persone attorno a lui”.

La riconferma di Ericsson fa parte di un programma organico della Sauber, che prevede il puntellamento e il rinforzo dell’organico, in vista degli anni futuri piuttosto che del 2017. L’anno prossimo infatti la Sauber correrà con l’attuale power unit Ferrari, non con quella aggiornata, e questo comporterà un ritardo prestazionale della vettura, almeno in rettilineo. Inoltre, la riconferma del pilota svedese è dovuta anche all’acquisto della Sauber da parte di una cordata di imprenditori svedesi, che hanno investito nel team grazie alla presenza del loro connazionale.

Le prestazioni di Ericsson non hanno mai spiccato nel panorama di questa F1, e su di lui pesa molto l’etichetta di pilota pagante, ma la vettura a sua disposizione non gli consente di ottenere prestazioni di grande portata. Ericsson non è un gran campione, è un buon pilota come molti se ne sono visti in F1, e come questo verrà ricordato.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Marco Bottamini

Seguo la F1 dal 2000, GP di Suzuka... Da allora, il mio amore per la regina del motorsport è diventato indissolubile. Ogni domenica è un rito, un brivido, un'emozione, sull'onda della velocità.

Lascia un commento