F1 | Ancora dubbi sul GP di Germania

Il Gran Premio di Germania al Nurburgring è ancora in forte dubbio.

La situazione è la stessa riscontrata due anni fa: l’organizzazione del Nurburgring, che da accordi dovrebbe ospitare il GP di Germania negli anni dispari, non può o non vuole accollarsi i costi per ospitare il gran premio. L’onere allora si sposta su Hockenheim, che ritiene eccessiva la cifra da spendere ogni anno, e preferisce dilazionarla su un evento da ospitare ogni due anni. Così nel 2015 il Circus ha saltato la Germania per tornarvi quest’anno, e molto probabilmente lo farà nel 2018, ma per l’anno prossimo persistono i dubbi.

gp-germania-2010Alcune fonti, che hanno parlato con GpUpdate.net, riferiscono che la situazione è in una fase di stallo, e anche Bernie Ecclestone si dice stupito dal comportamento dei tedeschi. Egli stesso riferisce che, nonostante la tassa d’ingresso sia più bassa di quella che pagano altri circuiti in Europa – per non parlare dei circuiti fuori dall’Europa… – e si chiede se la Germania non voglia più il Gran Premio. Questo a dispetto della Mercedes, team tedesco dominante dal 2014, e della presenza di due forti piloti come Vettel e Rosberg, che peraltro corre con la Mercedes.

La risposta alla domanda di Ecclestone è che c’è poco da meravigliarsi. Si era visto già due anni fa come in Germania la passione per la F1 stava scemando, al contrario del WEC che ospita con successo il Nurburgring. La conclusione è che ai tedeschi interessa il motorsport, ma non la F1, soprattutto da quando sono state introdotte le power unit, efficienti ma non attraenti come i vecchi motori aspirati. Per non parlare del fatto che i valori in campo sono squilibrati, e solo due piloti possono giocarsi la vittoria. Inoltre, visto il calo di interesse in molti paesi, ci si mette lo stesso Ecclestone che richiede cifre spropositate per ospitare un GP, cifre non ripianabili neanche con la vendita dei biglietti. Di fatto la F1 sta diventando insostenibile per molti, specie dove la passione non è più così forte, e bisogna lavorare sulla sostenibilità e sull’equilibrio nelle forze in campo, in modo che la gente possa vedere i GP senza svenarsi, e garantire parità tra le squadre per aumentare lo spettacolo.

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Marco Bottamini

Seguo la F1 dal 2000, GP di Suzuka... Da allora, il mio amore per la regina del motorsport è diventato indissolubile. Ogni domenica è un rito, un brivido, un'emozione, sull'onda della velocità.