F1 | Suzuka 1987: la fine del digiuno Ferrari

La gara fu una cavalcata trionfale, solo Alboreto tenne in apprensione squadra e tifosi per una brutta partenza che rimediò con una gara tutta grinta che gli valse il quarto posto finale.

324babbc2c706208dd4af401d79512eeBerger sempre in testa rintuzzò gli attacchi di Boutsen, per la verità senza tanta convinzione, e quelli di Johansson, ex ferrarista mai calato troppo nel ruolo, fino ad arrivare a staccare gli avversari oltre i venti secondi.

I giapponesi delusi cominciarono ad apprezzare Senna, che con la Lotus Honda condusse una gara speciale arrivando a conquistare il secondo posto nelle battute finali sorpassando un esterrefatto Johansson, mentre la Williams di Piquet si ritirtò per la rottura del motore.

Al ritorno dal Giappone Ferrari dichiarò che “il digiuno era finito e che la Ferrari aveva ancora fame” e infatti Berger regalò un’altra vittoria in Australia diventando leader della squadra e candidato al titolo per l’anno 1988. Il bravo Michele Alboreto rimase coinvolto dall’ostracismo di Barnard che ne demolì le motivazioni, privandolo di fatto del ruolo di prima guida e della possibilità di poter sviluppare la macchina.

Classifica finale de Gran Premio del Giappone 1987 : 

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Partenza Punti
1 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 51 1:32:58.072 1 9
2 12 Brasile Ayrton Senna Lotus – Honda 51 + 17.384 7 6
3 2 Svezia Stefan Johansson McLaren – TAG Porsche 51 + 17.694 9 4
4 27 Italia Michele Alboreto Ferrari 51 + 1:20.441 4 3
5 20 Belgio Thierry Boutsen Benetton – Ford 51 + 1:25.576 3 2
6 11 Giappone Satoru Nakajima Lotus – Honda 51 + 1:36.479 11 1
7 1 Francia Alain Prost McLaren – TAG Porsche 50 + 1 Giro 2
8 3 Regno Unito Jonathan Palmer Tyrrell – Ford 50 + 1 Giro 19
9 18 Stati Uniti Eddie Cheever Arrows – Megatron 50 Fine carburante 12
10 17 Regno Unito Derek Warwick Arrows – Megatron 50 + 1 Giro 13
11 7 Italia Riccardo Patrese Brabham – BMW 49 + 2 Giri 8
12 4 Francia Philippe Streiff Tyrrell – Ford 49 + 2 Giri 25
13 26 Italia Piercarlo Ghinzani Ligier – Megatron 48 + 3 Giri 24
14) 29 Francia Yannick Dalmas Lola Larrousse – Ford 47 + 4 Giri 22
15 6 Brasile Nelson Piquet Williams – Honda 46 Motore 5