F1 | GP Messico 1991: Ferrari al traguardo grazie a Minardi
 

 


F1 | GP Messico 1991: Ferrari al traguardo grazie a Minardi

Del GP del Messico vi fu una edizione, quella del 1991, segnata da un episodio particolare. Non ci fu nessuna Ferrari al traguardo ma un Ferrari (inteso come propulsore), si: quello della Minardi di Gianni Morbidelli. 

di Francesco Svelto |

 

minardi-ferrari-m191Il GP del Messico di questo weekend rievoca belle sensazioni per il team Minardi. Il team di Faenza, dalle pagine del proprio portale, ha ricordato come Gianni Morbidelli giunse settimo nell’edizione del 1991 della carrera messicana. Qualcuno potrebbe obiettare come mai viene rispolverato quell’episodio particolare, del resto sappiamo tutti che il team di Faenza ha ottenuto altri risultati, ancor più di rilievo.

La risposta è semplice. L’edizione di 25 anni fa, infatti, vide la Williams-Renault dominiare la gara con Patrese davanti a Mansell e Ayrton Senna a completare il podio. Per la Ferrari, quella, fu una gara sfortunata, con il ritiro di entrambe le monoposto per problemi tecnici (una frizione rotta da Jean Alesi e problemi all’alternatore per Alain Prost) ma a salvare “l’onore” di Maranello fu – pensate un po’… – proprio la Minardi con Gianni Morbidelli che portò la sua M191, spinta dai prepotenti cavalli del V12 Ferrari, al settimo posto finale dopo una furiosa rimonta. Quel piazzamento (cosi come tanti altri), col sistema attuale di punteggi, oggi avrebbero valso un bel po’ di punti.

Nel 1991, vi erano tantissimi team e piloti che cercavano di prendere parte agli eventi iridati (si arrivava al venerdì con circa 40 vetture in pit-lane, numero che veniva poi scremato con la sessione di pre-qualifiche) ed era l’anno in cui Gian Carlo Minardi riuscì a chiudere con Ferrari l’accordo per una fornitura di motori clienti esclusiva (era la prima volta per Maranello). Il progetto del telaio era assolutamente valido e la Minardi, a fine stagione, riuscì a totalizzare ben sei punti, chiudendo al settimo posto assoluto in classifica marche. Un risultato eccezionale se consideriamo gli avversari e il contesto dell’epoca.

 

Francesco Svelto


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Lascia un commento