F1 | Domenica a Suzuka il GP del Giappone.

Suzuka  è il circuito più tecnico dell’intero mondiale, l’unico con planimetria a otto. Misto di curve tecniche e da medio alto carico è anche un tracciato velocissimo. Qui una delle curve più interessanti del campionato, la 130 R, pochi la fanno in pieno.

Domenica a Suzuka si correrà il 30esimo GP del Giappone, una classica del calendario di Formula 1. Il tracciato, casa della Honda, è il più tecnico dell’intera stagione. Ricco di storia e fascino, caso quasi unico per una gara extraeuropea, il GP del Giappone è sempre stato teatro di sfide che hanno deciso le sorti del mondiale e scritto la storia della F1.

Pensiamo alla prima edizione, nel 1976 al Fuji con l’epico finale tra Lauda e Hunt divenuto persino un film. Pensiamo agli scontri tra Senna e Prost o tra Hakkinen e Schumacher che hanno caratterizzato gli anni 80 e 90.

senna_prost_suzuka_90_bis

Suzuka è appuntamento fisso dal 1987 con eccezione degli anni 2007 2008. Favorisce le vetture veloci che sanno esprimere un ottimo coefficiente di deportanza. Per la Ferrari sarà una gara complessa. Come sempre favorite le Mercedes ma le Red Bull come in Malesia sapranno certamente metterle in difficoltà se non di nuovo batterle.

Suzuka ha una delle curve più affascinati del mondiale di Formula 1, la 130 R. E’la curva 14, la più veloce del campionato, la più tecnica. La sua percorrenza avviene ad oltre 300 km/h con le vetture che la percorrono in pieno in settima marcia. Solo le monoposto con il set up migliore ed i piloti più coraggiosi la affronteranno davvero in pieno.

Due anni fa, la tragedia di Jules Bianchì. Il Driver della Marussia perse il controllo della sua monoposto schiantandosi contro un trattore che stava operando per togliere dalla via di fuga la Sauber di Sutil. Le condizioni del giovane pilota francese apparsero subito disperate, le responsabilità sull’accaduto tutt’oggi non sono chiare.

Tra i piloti in attività è Sebastian Vettel colui che vanta il maggior numero di successi, 4 tutti con la Red Bull. Seguono Hamilton con 2 successi, Alonso e Button e Raikkonen con uno.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna