F1 | GP Singapore: Rosberg brilla; Ferrari manca il podio

Vittoria roboante di Nico Rosberg al GP di Singapore. Il pilota tedesco precede sul traguardo Daniel Ricciardo di soli quattro decimi e riconquista la leadership del mondiale piloti. Terzo Hamilton che conquista il gradino più basso del podio a causa di una strategia poco felice della Ferrari.

di Francesco Svelto |

La notte di Singapore vede la festa di Nico Rosberg e della Mercedes, alla terza vittoria consecutiva. 100% delle gare vinte dal duo tedesco dalla ripresa delle ostilità dopo la pausa estiva. E’ un segnale importante per la lotta all’iride e che vede il tedesco tornare prepotentemente in vetta alla classifica.

La gara è lunga e intensa – al limite delle due ore e disputata sempre a circa 30° di temperatura – e vede Rosberg essere, forse, il più tranquillo tra quelli davanti anche se la W07 Hybrid del tedesco non scappa via, anzi. Anche Daniel Ricciardo, è stato protagonista di una gara gagliarda, sempre votata all’attacco e con una rimonta, sul finale, che per poco non lo vede sopravanzare il vincitore. Colui che è veramente mancato per tutto il weekend, però, è proprio Hamilton. L’inglese sembra essere tornato il pilota impreciso e deconcentrato che era all’inizio della stagione, quando Rosberg ne vinse quattro su quattro. Da capire lo stato mentale dell’inglese per il finale di stagione.

raikkonen-singapore-2016Le due Ferrari hanno disputato una delle gare più belle dell’anno: Raikkonen è stato protagonista in pista con un sorpasso davvero pregevole su Lewis Hamilton che l’ha portato alla terza piazza virtuale. Peccato però che il podio non si è concretizzato a causa di una dubbia strategia attuata dal muretto e che lo ha visto “marcare”, forse con eccessivo timore, l’entrata ai box dello stesso Hamilton. Il finnico, infatti, rientra  ai box un giro dopo l’inglese della Mercedes per cambiare gomme a circa 15 giri dal termine. Se Raikkonen fosse rimasto in pista avrebbe potuto gestire, nel finale di gara, un vantaggio di circa 30 secondi anche se con gomme non nuove come quelle del suo avversario, invece l’entrata ai box ha permesso ad Hamilton di sopravanzarlo nuovamente. Grande rammarico per Raikkonen via radio e faccia non serenissima nelle interviste del dopo gara.

Dicevamo della bontà della gara delle Ferrari. Anche Vettel è stato grande protagonista della gara, rimontando dall’ultima fino alla quinta posizione. La Ferrari – strategia a parte – ha ottenuto il massimo possibile in quella che doveva essere l’unica gara, oltre a Montercarlo, dove la Mercedes ci si aspettava non dominasse in modo netto.

La gara del sud-est asiatico ha vissuto diversi momenti intensi anche a causa di una bella lotta tra Kvyat e Verstappen, con il russo che si ritrova davanti all’olandese e che si difende – nonostante mezzi tecnici inferiori – con le unghia e con i denti ma in maniera del tutto corretta e legale. E’ fuori discussione che Kvyat abbia impiegato il 200% delle sue possibilità data la “rivalità” che il team Red Bull ha creato a causa di quello swap tra i sedili avvenuto in primavera.

Una citazione anche per Fernando Alonso – giunto settimo al traguardo ma forse partito con qualche aspettativa più ambiziosa – e Kevin Magnussen, giunto decimo e regalando punti alla Renault per la seconda volta in stagione.

Ordine di arrivo del GP di Singapore 2016 :

POS DRIVER CAR LAPS TIME/RETIRED
1 Nico Rosberg MERCEDES 61 1:55:48.950
2 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 61 +0.488s
3 Lewis Hamilton MERCEDES 61 +8.038s
4 Kimi Räikkönen FERRARI 61 +10.219s
5 Sebastian Vettel FERRARI 61 +27.694s
6 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 61 +71.197s
7 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 61 +89.198s
8 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 61 +111.062s
9 Daniil Kvyat TORO ROSSO FERRARI 61 +111.557s
10 Kevin Magnussen RENAULT 61 +119.952s
11 Esteban Gutierrez HAAS FERRARI 60 +1 lap
12 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 60 +1 lap
13 Felipe Nasr SAUBER FERRARI 60 +1 lap
14 Carlos Sainz TORO ROSSO FERRARI 60 +1 lap
15 Jolyon Palmer RENAULT 60 +1 lap
16 Pascal Wehrlein MRT MERCEDES 60 +1 lap
17 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 60 +1 lap
18 Esteban Ocon MRT MERCEDES 59 +2 laps
NC Jenson Button MCLAREN HONDA 43 DNF
NC Valtteri Bottas WILLIAMS MERCEDES 35 DNF
NC Nico Hulkenberg FORCE INDIA MERCEDES 0 DNF
NC Romain Grosjean HAAS FERRARI 0 DNS

Francesco Svelto



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Lascia un commento