F1 | GP Singapore: tutto in una notte
 

 


F1 | GP Singapore: tutto in una notte

Domenica inizia, con Singapore, la sessione asiatica del mondiale di F1. Tutto è ancora aperto tra Rosberg ed Hamilton divisi solo da 2 punti e tra Ferrari e  Red Bull in corsa per la piazza d’onore nel mondiale marche.  In attesa di un lampo rosso a far luce  sul Marina Bay ci penserà come ogni anno un impianto d’illuminazione italiano.

 

Quello di Singapore è uno dei GP più affascinanti della stagione. Di sicuro non per il tracciato in sé , un Tilkodromo, ma certamente per l’ambientazione notturna nel centro della città. Qui l’anno scorso le Mercedes soffrirono e la vittoria andò alla Ferrari di Vettel.

Sarà una gara affascinante dicevamo perché in teoria potremo, almeno qui, vedere in parte arginato lo strapotere delle frecce d’argento. Favorita potrebbe essere la Red Bull che con uno step di motore in più ed un telaio eccellente potrebbe addirittura poter puntare al successo.

REDBULL

In mezzo ci sarà la Ferrari che dopo i segnali di ripresa di Monza, nei confronti ovviamente di Red Bull perché è questa oggi la sfida da vincere, deve cercare di accorciare o per lo meno non aumentare il distacco di 11 punti che la divide dal team austriaco di Ricciardo e Verstappen.

In tutto questo non bisogna dimenticarsi che in ballo c’è un Campionato del Mondo che vivrà nella notte di Singapore una tappa fondamentale. Se come squadra la Mercedes potrebbe permettersi di gestirsi su un circuito a lei forse non favorevole lo stesso non vale per i suoi piloti.

Rosberg, che qui non ha mai vinto, si trova a soli 2 punti da Hamilton con la chance di ribaltare con una vittoria l’ordine della testa del mondiale. Alla fine per quanto sia di dominio Mercedes questo Mondiale 2016 si dimostra interessante.

Mercedes_Rosberg_Hamilton_Australia_2016

Dopo 5 gare tutto sembrava pendere dalla parte di Rosberg che dopo i fatti del GP di Spagna ha però subito la forsennata rimonta di Hamilton. Spa e Monza hanno sorriso di nuovo al tedesco che da due stagioni dimostra di saper  vincere più gare consecutivamente a patto di riuscire a scappare evitando il corpo a corpo col rivale.

Dal 2008, da quando si corre a Singapore, il pilota più vincente è stato Sebastian Vettel. Tre successi con la Red Bull, sempre ottima qui, uno con la Ferrari. Ripetersi per la rossa sarà quasi impossibile come ammesso nei giorni scorsi da Kimi Raikkonen.

“A meno di problemi alle Mercedes per noi sarà difficile competere per la vittoria da qui a fine stagione”

Anche quest’anno ci sarà un pò di Italia a Singapore. In attesa di Giovinazzi e company in pista oltre alla Ferrari e alla Toro Roso di italiano ci sarà l’impianto d’illuminazione.

E’ infatti la ditta Maioli che piazza dalla prima edizione del GP  sul circuito  più di 1600 proiettori a led progettati per simulare al meglio la luce naturale sul tracciato senza abbagliare i piloti. Data l’atmosfera notturna di certo vedremo scintille, se non tra piloti almeno dal fondo delle monoposto. Scherzi a parte, per chi si gioca il mondiale, di certo a Singapore sarà lotta vera.

 

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Lascia un commento