F1 | MONZA 1970: non è proprio uno sport per signorine

Il giorno della corsa il belga della Ferrari bruciò il plotone delle vetture partendo come un razzo dalla sua pole position: si disse che aveva imparato ad interpretare le incertezze del direttore di corsa Restelli che quando cominciò ad abbassare la bandiera del via, ebbe un esitazione che rallentò il gruppo tranne il belga che astutamente era gia partito.

Monza_1970_bisAutorevolmente in testa il belga, la media oraria che teneva era vicina ai 233km/h, venne fermato da un problema tecnico alla sua frizione, lasciando a disputarsi la vittoria Hulme, Beltoise, Stewart e Regazzoni che, con staccate impressionanti alla curva parabolica, teneva viva la speranza di potersi aggiudicare il Gran Premio sul circuito di Monza.

Al 57 giro la svolta: un ennesima staccata alla parabolica del trentunenne svizzero, portò il neoacquisto della Ferrari a superare in un sol colpo Hulme e Stewart e s’involò in testa.

Per il gioco delle scie i tre marciarono quasi attaccati e, complici dei doppiati, Regazzoni cominciò a zig zagare per impedire a Stewart di prendere la scia e sfruttarla per sorpassarlo. Si proseguì così fino al traguardo, dove una folla in tripudio salutò la vittoria del ticinese e l’arrabbiatura di Stewart che si lamentò parecchio per l’ostruzionismo marcato del pilota della Ferrari.

Clay, guascone come sempre, apostrofò le lamentele con un ” Stewart si lamenta? ma gli hanno detto che la F1 non e’ uno sport per signorine”. Monza mai banale, anche negli scambi tra piloti.

Alla fine della stagione il campionato andò postumo a Rindt mentre la Ferrari rinata dall’ennesima crisi, riponeva alla stagione successiva le speranze di vittoria.

[vsw id=”https://www.youtube.com/watch?v=FTGHlooY_pw&feature=youtu.be” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

La classifica finale del Gran Premio:

1 4 Svizzera Clay Regazzoni                                     Ferrari                                           68 1:39:07.1 3 9
2 18 Regno Unito Jackie Stewart March-Ford 68 + 5.73 4 6
3 40 Francia Jean-Pierre Beltoise Matra 68 + 5.8 14 4
4 30 Nuova Zelanda Denny Hulme McLaren-Ford 68 + 6.15 9 3
5 46 Germania Rolf Stommelen Brabham-Ford 68 + 6.41 17 2
6 20 Francia François Cevert March-Ford 68 + 1:03.46 11 1
7 48 Nuova Zelanda Chris Amon March-Ford 67 + 1 Giro 18
8 34 Italia Andrea De Adamich McLaren-Alfa Romeo 61 + 7 Giri 12
NC 32 Regno Unito Peter Gethin McLaren-Ford 60 Non Classificato 16
Ret 8 Regno Unito Jackie Oliver BRM 36 Motore 6

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...