F1 | GP Belgio: Rosberg vince ma Hamilton è sul podio

Nico Rosberg vince un GP del Belgio condotto in solitaria sin dalla partenza. Proprio in questa fase un contatto tra le Ferrari e Verstappen ha condizionato la pesantemente la gara dei tre.

di Francesco Svelto |

L’università della Formula 1. E’ questo l’appellativo più in voga per classificare la gara di Spa Francorchamps, in Belgio. Ed anche l’appuntamento di quest’anno ha dato i suoi promossi e i suoi bocciati. Andiamo con ordine.

La partenza è stato il punto cardine della gara, con Rosberg che parte bene e tiene la sua posizione che non perderà mai, fino alla bandiera a scacchi. Subito dietro è il caos: le Ferrari partono bene e superano, sul breve allungo, Max Verstappen. L’olandese, che non ci sta, riesce a trovare un varco e buttarsi all’interno delle due rosse di Maranello, alla Source.

Il terzetto formato da Vettel, Raikkonen e Verstappen (nell’ordine da sinistra a destra) si stringe troppo e, complice una manovra forse troppo azzardata di Vettel, entra in contatto multiplo. Vettel si gira in testacoda mentre l’incolpevole Raikkonen e l’aggressivo Verstappen spargono ovunque pezzi di carrozzeria e perdono terreno. Rientrano ai box e si ritrovano molto indietro.

Proponiamo di seguito il video dell’accaduto in modo da lasciare che ognuno possa partorire la propria idea sulla vicenda:

https://www.youtube.com/watch?v=arLoCKgzPmY

La gara perde subito, quindi, tre protagonisti importanti, che avrebbero anche potuto insidiare la prima posizione finale, ma la fase di partenza non è l’unico punto chiave della gara.

Dopo qualche giro, infatti, vi è addirittura una bandiera rossa a causa del violentissimo impatto di Kevin Magnussen all’Eau Rouge. La Renault del danese, allegerita dal sali-scendi della famosa curva, perde aderenza e il pilota è incapace di controllarla. Testacoda e impatto a velocità molto elevata contro le barriere. La gara viene quindi prina neutralizzata (con qualche giro di safery car) e poi interrotta per permettere la riparazione delle strutture di sicurezza.

https://www.youtube.com/watch?v=LbutR6a336s

La situazione porta molti piloti partiti dalle retrovie, come Hamilton e Alonso, portarsi a ridosso dei primi. Soprattutto il campione del mondo in carica è il maggior beneficiario degli eventi, con la possibilità che ha avuto di riparare i danni della partenza in fondo al gruppo.


Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".