F1 | Gp Belgio: Ferrari in sofferenza, ma il week end è ancora lungo

La Ferrari inaspettatamente trova una temperatura troppo calda che manda in crisi le super soft, mescola che abitualmente predilige. A Maranello devono iniziare a rivolgersi ad uno stregone.

di Giulio Scaccia

Quando si arriva a SPA in Belgio, è buona regola portare con sé un ombrello. Questa volta è l’eccezione. In questo fine d’estate temperature alte, 30° e 43° sull’asfalto. Una condizione inaspettata. I team scelgono con settimane di anticipo e il caldo è stato totalmente inaspettato. Vettel e Raikkonen hanno puntato su ben sette treni di supersoft, cinque di soft e uno di medium e dopo le PL1 e PL2 e oggi a Kimi e Seb rimangono a disposizione solo due nuovi set di gialle e uno di bianche.

Le supersoft, in particolare il pomeriggio, sono andate incontro ad un rapido degrado e conseguente scarsa aderenza, con tempi sia sulle simulazioni di qualifica che nei long-run dietro Red Bull e Force India. E non solo.

Il lavoro per i piloti Ferrari è sul bilanciamento, perché sulla scelta delle gomme c’è poco da fare. Lo conferma un  Sebastian Vettel che cerca di essere ottimista, sperando che la pista nel corso del week end possa migliorare:

Credo che vedremo nel corso del weekend come andranno le gomme supersoft ma penso si comporteranno bene e la strategia dovrebbe essere buona. Oggi è stato complicato perché visto il calore la pista era molto scivolosa ma non credo che questo dipenda da quale mescola hai, è così per tutti, vedremo. Dobbiamo migliorare la macchina che non è al punto che vorremmo, quindi possiamo lavorarci ancora.

ferrari_belgioContinua Seb:

Difficile dire se avremo ancora problemi in qualifica, speriamo di no e di avere imparato dal passato. Di solito le condizioni di qualifica più calde si adattano meglio a noi: il giro fatto sulle supersoft non è stato speciale ma comunque era buono. Non è facile giudicare anche perché pure Kimi non ha avuto un giro senza traffico. Potremmo essere più veloci domani perché possiamo migliorare la macchina, sono comunque condizioni complicate sia per il giro secco che per i long run: tante macchine hanno scivolato e faticavano a far durare le gomme.

Pista scivolosa che potrebbe gommarsi e migliorare. Qualora fosse questo potrebbe dare un vantaggio ai piloti con gomme supersoft.

Raikkonen non è contento nemmeno lui, dopo un buon inizio di giornata. Il finlandese della Ferrari è sulla linea di pensiero di Vettel:

Al mattino la sensazione al volante era decisamente positiva ma poi nel pomeriggio, dopo aver montato le supersoft, ho faticato a mettere assieme un buon giro. Per i long run abbiamo cambiato alcune cose ma per qualche ragione avevo comunque delle difficoltà. E’ stato uno di quei giorni in cui cominci bene e poi quella sensazione svanisce, ma sono certo che per domani riusciremo a trovare il set up ideale.

Ferrari alla finestra e in attesa che la pista si gommi e magari le temperature calino.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.

Lascia un commento