F1 Prestazioni Ferrari e Pirelli, diciamola tutta

Due commenti in libertà. Quelli che altri, poveri, non possono permettersi.

Il primo riguarda le prestazioni della Ferrari espresse e dimostrate a Silverstone. A dir poco deludenti e forse anche preoccupanti ma che, analizzando quanto visto fino ad ora, era ampiamente prevedibile. Solo in Australia la Ferrari aveva dato l’illusione di poter competere con le Mercedes e forse, sembrava molto vicina in Canada ma poi in tutti glia altri GP è rimasta sempre distante e, praticamente mai, ha dato l’impressione di poter impensierire le frecce d’argento.

mercedes_y_ferrari_test_barcelonaC’è chi per motivi commerciali e di opportunità ha continuato a raccontare di una Ferrari in avvicinamento alle Mercedes, poco distante, con un motore ormai al livello di quello tedesco, tutte parole che cozzavano con i risultati che “avoja” a parlare di sfortuna, affermavano tutt’altro. A Baku, solo chi non voleva vedere la differenza di prestazione tra il motore Mercedes e quello Ferrari, continuava a non accorgersi (o a far finta) di tali differenze. Ora a Silverstone ad essere evidenziati sono altri limiti, quelli di telaio e di aerodinamica. Ma come la Sf16-H non era una vettura rivoluzionaria? Ora invece è diventata l’evoluzione della SF15-T, mettiamoci d’accordo!

Va detto che in Ferrari lo scorso anno se si era raccolto qualche risultato era il frutto del lavoro di taluni personaggi che sono stati allontanati (manco fossero incapaci) e che forse avevano capito dove intervenire. Poi però, qualcuno ha deciso di promuovere le seconde linee… e se erano seconde linee magari un motivo c’era pure… Però intanto la nuova gestione nel 2015 si prendeva i meriti, ed ora che nel 2016 la vettura in pista è frutto esclusivo dei neo promossi, e della cosidetta “nuova gestione”, ecco che cominciano i mal di pancia e le sofferenze. Una volta un “tizio”, molto vicino all’ambiente scrisse “la Ferrari mi sembra come la Juventus, fa scelte al  ribasso” certamente con la Juve non ci prese, ma sulla Ferrari si, d’altronde di pallone non si era mai occupato ma di macchine eccome!

Il secondo commento va al comunicato Pirelli di quest’oggi, dove viene fornita l’indicazione dei giri massimi per mescola.

Possibili strategie di gara e giri massimi:

Pirelli raccomanda che con ciascuna mescola non siano superati i seguenti numeri di giri:

Hard* = 26 giri

Medium = 28 giri

Soft = 15 giri

Spa Belgio Pirelli Vettel 2015Ora viene da chiedersi una cosa: se mai prima venivano indicati i giri massimi per mescola, ora perchè vengono indicati? Sarà mica che che qualcuno in Austria si fosse spinto un poco oltre un determinato limite? Si, va bene, altri si sono spinti ancora oltre il limite di Vettel, ma non sappiamo come quelle macchine trattassero le gomme ed inoltre non vuol dire che, seppur presente un limite a quel limite poi le gomme immancabilmente debbano esplodere. Oppure, se il limite non era stato indicato, qualcuno allora si accorto che un certo limite va indicato. Certo, non è bello vedere scritto che delle gomme Hard (graining o no) siano in grado di durare solo 26 giri, fa un certo senso, diciamolo!

Insomma ora sono tutti avvertiti, la Ferrari ha una vettura che la Mercedes la vede solo con il cannocchiale (sempre che in pista non accada qualcosa di imprevedibile; mentre dal lato pneumatici occhio a non superare il limite consigliato che state tutti fuori garanzia!

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

  • Marco Petrillo

    Buongiorno; leggo spesso i vostri articoli e, anche se li trovo duri riguardo la Ferrari; ahimè ad oggi sono molto veritieri…. Una cosa però mi sfugge: nell’articolo si parla di tecnici che dal anno scorso a questo sono stati allontanati per far posto alle seconde linee. Potete dire chi sono? O fate riferimento a Tombazis e Fry?

    • Antonio Granato

      Ciao ,
      Si il riferimento è a loro con l’aggiunta dell’Ing.Marmorini

      • Roberto Paolinelli

        Ma anche sotto l’ultima gestione Montezemolo/Mattiacci (e prima Domenicali) qualcosa non andava più quando ancora c’erano tutte quelle figure…
        http://blog.quotidiano.net/turrini/2014/08/15/ferrari-tutta-la-verita-di-marmorini/
        Il problema poi è anche il regolamento: l’auto 2014 era la capostipite di un triennio o più dove puoi modificare sempre meno, fare pochi test… Chi parte avanti è facile che resti avanti.
        Anche gli ingegneri operano in un certo contesto, per cui non possono far magie!
        La Red Bull a Silverstone era meglio della Ferrari, ma a Baku e in Canada assolutamente no, e comunque anche loro stanno sempre dietro la Mercedes…

  • candy

    E bravo guardiamo solo i risultati giusto non potrebbe essere che si stà spingendo sullo sviluppo e basta un niente per finire dalla parte sbagliata? Motore motore motore lo sai che le auto non sono fatte solo di motore? Ti ricordi il recupero che ha fatto la ferrari all’epoca di schummy e quante critiche prima! E poi tutti zitti, sempre a sparare a zero ti ricordo che la pressione delle gomme da molti vantaggi sia a red bull che mercedes ma questo và bene a vogliamo parlare dei messaggi radio non permessi con nessuna penalizzazione, sai la verità è che il peggior nemico della ferrari è la stampa italiana la mercedes si rompe ogni gara la red bull ha alti e bassi ma la ferrari…si spara a zero.

    • Antonio Granato

      Ciao,
      sarebbe una lettura un po’ particolare la tua, se fosse vero che lo sviluppo futuro fa incappare in queste prestazioni negative… però per carità accettiamo di tutto qui.
      Certo che non è solo motore, infatti oltre al motore qui i ritardi sono in tutte le aeree, nessuna esclusa.
      Dire che il nemico della Ferrari è la stampa italiana vuol dire non leggere i giornali e non seguire alcune dirette a pagamento…

  • candy

    Ciao Io appena finita la gara spengo la tv non seguo dirette a pagamento che racontano solo i loro punti di vista a volta giusti a volta sbagliati, e molto noiosi io guardo la gara con applicazione f1 e poi seguo diversi siti tra cui

    il vostro e altri molto tecnici mi faccio le mie idee e ti dico se lsulla penultima gara eravamo da terzo posto ora a silverstone abbiamo avuto tutto il weekend problemi di gomme non è che la macchina sia di colpo un bidone, ammesso concesso che sia un’auto nuova o sviluppo dell’anno precedente sviluppata da chi non mi interessa e quindi anche se siamo solo da podio a fine gara i distacchi sono molto più ristretti rispetto l’anno scorso e quindi il gap è diminuito ma come sapevo già da inizio anno era impossibile vincere il mondiale anche se la speranza è l’ultima a morire, ma qua ci vuolòe un miracolo.

  • Pigna

    Ma scusate…come è possibile che le hard durino meno delle medium?

    • Antonio Granato

      Lavoravano in una finestra di temperatura e l’eccessivo graining portava ad un detoriamento più veloce della gomma