F1 | Sainz smentisce l’accostamento alla Ferrari

Il pilota spagnolo smentisce il suo possibile passaggio alla Ferrari. I rumors di un possibile approdo dello spagnolo a Maranello hanno iniziato a farsi insistenti dal weekend di Montercarlo. 
 
Ormai siamo entrati nella silly season, quella fase dell’anno in cui impazzano le voci di mercato in vista dell’anno successivo. Come riporta Sportsmole, Tra i piloti più coinvolti dai tormentoni ci sono Kimi Raikkonen, in scadenza di contratto con la Ferrari e sotto accusa per l’incidente a Montecarlo, e Carlos Sainz, che potrebbe lasciare la Toro Rosso se non dovesse avere spazio in Red Bull. Il pilota spagnolo è tra i principali indiziati per sostituire il finlandese, vista la giovane età e le belle prestazioni che lo stanno mettendo in luce, ma l’interessato preferisce smentire queste voci. A margine di un evento dedicato a Maria de Villota, la pilota scomparsa a causa delle complicazioni di un incidente con la Marussia durante un test privato, ha commentato:
“Sono solo voci. Non è una cosa negativa, perché vuol dire che la gente mi prende sul serio, ma non ha importanza perché sono voci senza fondamento. Devo continuare a lavorare, e l’opportunità arriverà, forse con la Red Bull”.
apellido-sainz-primera-linea-15A dispetto di quanto dice Sainz, è possibile che qualche contatto tra lui e la Scuderia di Maranello ci sia stato, o ci sarà a breve. Se Raikkonen dovesse lasciare la Ferrari, Sainz sarebbe un ottimo prospetto per la Rossa: è giovane, veloce, intelligente, al punto che potrebbe infastidire il “caposquadra” Vettel. Bisogna però fare una considerazione: in questo inizio di stagione, Raikkonen ha ottenuto risultati migliori di Vettel, e l’incidente di Monaco è stato un episodio negativo. Il finlandese sembra trovarsi molto più a suo agio con la vettura 2016, e soprattutto, in vista della rivoluzione del 2017, la sua esperienza potrebbe essere d’aiuto nello sviluppo di una monoposto che partirà poco oltre lo zero. Qualsiasi pilota sceglieranno a Maranello, tuttavia, deve consentire alla squadra di alzare il proprio livello, attualmente inferiore a Mercedes e forse Red Bull. Anche per questo Sainz preferirebbe sedersi sulla Red Bull, ma Ricciardo dovrebbe lasciargli il posto (destinazione Maranello?). La situazione è intricata, vedremo cosa accadrà.


Marco Bottamini

Seguo la F1 dal 2000, GP di Suzuka... Da allora, il mio amore per la regina del motorsport è diventato indissolubile. Ogni domenica è un rito, un brivido, un'emozione, sull'onda della velocità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: