F1 | GP Europa: riparte Rosberg e Ferrari seconda ma senza alibi

Ora le delusioni. Daniel Ricciardo partiva in prima fila ma ben presto le sue ultra soft hanno ceduto. La Red Bull probabilmente ha pagato un setting studiato per la qualifica. Alla fine al terzo cambio gomme, con le medie, l’australiano ha iniziato ad avere un ritmo gara decente. Alla fine è settimo, con dietro il compagno di squadra Verstappen. Male anche le Toro Rosso, entrambe ritirate.

vettel_ferrariPer concludere mesto ritiro di Fernando Alonso, ambasciatore per questo circuito, passato anche dal compagno di squadra e da Nasr. Un altro fine settimana dei tanti da dimenticare.

Il mondiale ritorna nel vecchio continente tra due settimane in Austria, su una pista storica, dopo la trasferta di un GP di Europa che di europeo aveva solo il nome. La Mercedes è avanti, la Ferrari limita i danni ma al contempo non ha davvero più alibi da spendere. La vettura di Stoccarda è di un altro pianeta. Questa volta non c’è nemmeno l’appiglio di una strategia sbagliata. Se vogliamo vedere ancora il bicchiere mezzo pieno, un secondo e un quarto posto su un circuito che dopo le prove sembrava essere alquanto ostico, è un risultato che almeno permette di consolidare il secondo posto nel mondiale costruttori e che permette a Vettel di avvicinare Hamilton nella classifica piloti.


Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.