F1 | GP Europa: Perez fa sognare la Force India

Sergio Perez dopo il podio di Monaco, replica il terzo posto nella gara di Baku con un’altra splendida prestazione, con tanto di sorpasso all’ultimo giro su Raikkonen. Il messicano sta dimostrando di meritarsi il sedile di un top team per il 2017.

Sergio Perez regala ancora una volta un’inaspettato podio alla Force India nel Gp d’Europa, anche se già da inizio weekend la possibilità di poter far bene a Baku era nell’aria. Nella giornata del venerdì era subito emersa la velocità sul dritto ed il buon bilanciamento della monoposto, confermata nel sabato delle qualifiche con la seconda posizione conquistata dal messicano, salvo poi essere retrocesso di cinque posizioni per la sostituzione del cambio.

In gara “Checo” è stato a dir poco perfetto nella sua condotta, a cominciare sin dalla partenza riuscendo a sorpassare Kvyat e Massa nel corso del primo giro, per poi duellare quasi tutta la corsa con il ferrarista Raikkonen, per poi passarlo nel corso dell’ultimo giro sfruttando il DRS.

Ad ogni modo anche senza il sorpasso nel finale su Raikkonen, sarebbe arrivato ugualmente il podio per Perez per via della penalizzazione di 5″ che sarebbe stata inflitta al pilota della Ferrari, ma ciò nonostante il messicano ha voluto prendersi in pista con un sorpasso il secondo podio stagionale.

8f68f2d596cdadf66bfc5a65c99dac68

” Sapevo sin da ieri (sabato ndr) che sarebbe stato possibile ottenere un ottimo risultato qui a Baku, e grazie ad un’ottima strategia di gara adottata dal team è arrivato questo terzo posto. Abbiamo gestito ottimamente l’usura degli pneumatici, difendendomi prima dagli attacchi di Hamilton, e poi nel finale ho sorpassato Raikkonen. Dopo otto prove sin qui disputate abbiamo già conquistato due podi, e fin’ora questa stagione è stata incredibile per noi. ” 

Cosi un felicissimo Perez.

Dopo questo podio conquistato, il driver della Force India occupa l’ottava posizione nel mondiale piloti con ben trentanove punti, ma soprattutto porta punti importantissimi per la classifica dei costruttori che a fine anno possono significare diversi milioni di euro in premi per il team anglo-indiano.

Le quotazioni di Perez dopo questo secondo podio stagionale sono sempre più in rialzo, ed il ventiseienne ex McLaren merita sempre più una seconda opportunità in un top team dopo l’esperienza negativa a Woking. Ed a Maranello se non dovessero confermare Raikkonen per il 2017, il primo nome della lista per il sostituto del finlandese sembrerebbe essere proprio il messicano.

Alberto Murador


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento