domenica, Novembre 27, 2022

F1 | Giulio Delfino a Pit Talk: “Ferrari non è all’altezza della Mercedes”

Giulio Delfino, speaker radiofonico di Radio Rai, è intervenuto telefonicamente a Pit Talk per commentare i fatti del GP del Canada e le prospettive per il GP d’Europa a Baku.

Cosa pensa dell’errore strategico della Ferrari a Montreal?

“Bisogna vedere se la Ferrari alla fine avrebbe vinto, ho studiato i tempi di Vettel e se avesse fatto anche solo uno stop, Hamilton gli sarebbe stato addosso e lo avrebbe passato, forse non spingevano al massimo… Un conto però è giocarsela fino alla fine e un conto regalargli la vittoria. Forse l’idea della Ferrari era di anticipare la sosta rispetto agli altri. Hanno ammesso l’errore ma al di là di questo Ferrari non riesce a raggiungere la Mercedes. Il Mondiale è nelle loro mani, sono in una situazione troppo avvantaggiata”

E’ possibile che la Ferrari si sia avvicinata alla Mercedes?

“La Ferrari non è al livello della Mercedes, loro hanno fatto 6 vittorie su 7 e 6 pole su 7, lasciano le briciole alla Ferrari e non le sa sfruttare. Se le avessero sfruttate avrebbero 18 punti in più  ma alla fine è ipotizzabile una Ferrari che vince 6-7 gare? No, punto. Miglioramenti ci sono stati, in 2 anni hanno sorpassato la Red Bull ma non hanno motore. Sono curioso di vedere l’atteggiamento di Vettel, intravedo in lui il malumore di Alonso nel quarto anno”

Come le è sembrato il battibecco tra Vettel e la Gazzetta?

Forse hanno pompato un po’ per avere risalto in questa storia. Vettel ha attaccato la stampa italiana in generale. Del resto se la Juve non vince lo scudetto per 9 anni non puoi non criticarla.

Secondo lei Marchionne ha generato troppe aspettative nei tifosi?

“Marchionne ha pompato troppo, Arrivabene non avrebbe mai pompato così. Marchionne non conosceva l’ambiente e forse ha capito l’errore che ha commesso”

Che opinione si è fatto sul contatto Hamilton-Rosberg?

“Hamilton ha compiuto una manovra aggressiva su Rosberg che ha vinto 4 gare. Sa di essere più forte e non gli va giù. Hamilton si è incattivito e la manovra non ci stava. Lo ha buttato fuori e basta. O Rosberg cambia registro e diventa un bastardo vero o con Hamilon non andrà da nessuna parte. Dovrebbe buttarla in rissa ma bisogna vedere cosa dice Lauda”

Quando Hamilton è aggressivo va bene, quando lo è Rosberg no…

“E’ vero e ci sta perché Hamilton è il campione in carica. Rosberg è un buon seconda pilota ma non è ancora un leader, come anche Raikkonen che è diventato un bluff, in Canada ha preso 40 secondi da Vettel…”

Marco Bottamini
Marco Bottamini
Seguo la F1 dal 2000, GP di Suzuka... Da allora, il mio amore per la regina del motorsport è diventato indissolubile. Ogni domenica è un rito, un brivido, un'emozione, sull'onda della velocità.
3,669FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe