F1| Altri segreti sulla nuova Ferrari 2016

Secondo Franco Nugnes nella nuova vettura Ferrari ci saranno grosse novità al sistema di raffreddamento e al cambio.

Come detto anche in altri nostri articoli la Ferrari 2016 sarà molto diversa dal passato.

Sebastian VettelLa nuova vettura del cavallino che per ora ha il nome di progetto 667, presenterà novità all’intercooler che sarà diviso in due parti. L’intercooler serve per raffreddare l’aria in uscita dal turbocompressore, che successivamente andrà nel condotto di aspirazione. Avere aria fresca in ingresso al motore migliora il processo di combustione e questo aspetto sarà notevolmente importante nella prossima Power Unit per aumentare la potenza. La Ferrari perciò ha deciso di avere un intercooler più grande rispetto alla stagione precedente per garantire un raffreddamento più efficiente. motoreV1Per fare questo a Maranello hanno deciso di dividere questo grande intercooler in due più piccoli per mantenere un retrotreno rastremato.

Il retrotreno compatto permette di avere alto carico aerodinamico al retrotreno, che è uno degli aspetti dove la Ferrari aveva più problemi la scorsa stagione. Infatti tutte le novità apportate alla power unit, oltre ad aumentare la potenza, sono state pensate insieme agli aerodinamici che cercano di avere il posteriore il più piccolo possibile.

motore_ferrari_L’altra cambiamento sarà nel cambio che verrà integrato con la nuova posizione dell’ MGU-K. Sempre per snellire il posteriore sembra che la frizione verrà messa nella scatola della trasmissione. Questa soluzione porta anche ad introdurre un ulteriore alberino fra i dischi della frizione, che porterà la stessa ad essere più elastica. Questo aiuterà i piloti nelle partenze perché si avranno innesti delle marce meno brutali. Ma ciò servirà anche in una migliore erogazione nelle uscite dalle curve lente.

@StefaniniLuca


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Stefanini

Ho 25 anni,sono un ingegnere meccanico e amo lo sport. Seguo soprattutto il calcio e la Formula 1.

Lascia un commento