F1 La FIA cambia i controlli sugli pneumatici in griglia

27 novembre 2015 – La FIA ha modificato le norme riguardanti la misurazione di pressione e temperatura delle gomme in griglia, in merito anche a quanto accaduto ad Interlagos con Felipe Massa.

Di Alberto Murador

In seguito a quanto accaduto ad Interlagos con la squalifica a fine gara di Felipe Massa da parte della direzione gara, la FIA a partire da questo Gp ha introdotto alcune modifiche per quel che riguarda la procedura in griglia per il controllo della temperatura e della pressione degli pneumatici.

Ad Interlagos era accaduto che c’erano due delegati FIA a controllare le gomme di Massa in griglia senza la presenza, quindi di conseguenza nessun tecnico dello staff Williams era al corrente dell’irregolarità della gomma posteriore destra. Il team ne è venuto al corrente solamente a gara già iniziata tramite un comunicato ricevuto dalla FIA.

Da questo Gp in poi a fianco del tecnico delegato della federazione, dovrà esserci obbligatoriamente un ingegnere di pista della squadra in modo tale da poter essere avvisato in tempo per un’eventuale anomalia tecnica. Questo non riguarderà solo gli aspetti tecnici delle gomme bensì tutti i componenti della monoposto.

L’altro dilemma resta come rimediare ad un’eventuale irregolarità della vettura poco prima dello start del Gp, senza far partire la monoposto “fuori regola” e quindi rappresentando una sorte di pericolo per gli altri. In caso risulti esserci un’anomalia in uno dei quattro pneumatici tra le proposte che potrebbero essere prese in considerazione ci sarebbe la possibilità di portare la monoposto dalla griglia ai box, per poi sostituire la gomma irregolare partendo però dalla pit-lane.

Come proposta potrebbe essere bene accettata da tutti i team, anche perchè meglio poter disputare la corsa e non venire squalificati piuttosto che partire dalla griglia e venire esclusi dal Gp a gara conclusa.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento