F1 Horner conferma: Red Bull iscritta al Mondiale 2016

San Paolo del Brasile, 13 novembre 2015 – Dopo tanti dubbi, è arrivata una certezza: la Red Bull si è iscritta al Mondiale di Formula 1 2016. A confermarlo è lo stesso Team Principal della scuderia di Milton Keynes, Christian Horner, che ha anche detto che nel 2016 il team molto probabilmente proseguirà la collaborazione con la Renault, mentre la Toro Rosso monterà propulsori Ferrari 2015.

HornerTutto questo nascerebbe da una retromarcia della Renault sul suo annunciato rientro da costruttore in Formula 1, indotta dalla grave situazione del team Lotus; Bernie Ecclestone si è detto incerto sulle possibilità che il marchio della Régie torni in pista direttamente, essendo invece maggiormente convinto che la situazione rimanga tale.  Sarebbe stato proprio il boss della Formula 1 a prendere in mano la situazione, tagliando il prezzo di vendita del team di 353.000 dollari. Intanto, il personale del team di Enstone è stato nuovamente bloccato fuori dall’ingresso del circuito di Interlagos a causa del mancato pagamento degli stipendi arretrati. Ma ad avviso di Horner è ancora presto per annunciare le decisioni future.

Dall’altro lato, la Renault ha portato a Interlagos una nuova versione della sua Power Unit che dovrebbe garantire un incremento di prestazioni quantificato in 1-2 decimi sul giro. Cosa che lascia l’amaro in bocca a Daniel Ricciardo, che invece avrebbe gradito l’accordo con la Mercedes, rifiutato da Helmut Marko. A questo punto, le decisioni della Renault sono fondamentali, perchè da esse potrebbe dipendere il futuro della Red Bull e della Toro Rosso, che potrebbero trovarsi clamorosamente senza propulsore per la prossima stagione e, forse, uscire di scena. Circostanza che, infatti, ha preoccupato Carlos Sainz e Max Verstappen, che non sono certi di essere in Toro Rosso, o peggio ancora in Formula 1, la prossima stagione.


Cristian Buttazzoni

"Life is about passions. Thank you for sharing mine". (M. Schumacher) Una frase, una scelta di vita. Tutto simboleggiato da un numero, il 27 (rosso, ma non solo)