F1 Bis di Hamilton a Sochi, Vettel secondo

Sochi, 11 ottobre 2015 – Lewis Hamilton fa un passo deciso verso il suo terzo titolo mondiale e vince la sua seconda gara consecutiva, approfittando dei problemi capitati al compagno di squadra Rosberg, mentre sul podio salgono Vettel e un incredibile Sergio Perez, che riporta sul podio la Force India.

Quasi a sorpresa, anche Carlos Sainz dopo il terribile incidente di ieri fa  parte della griglia di partenza del Gran Premio di Russia Prtenza regolare, con Hamilton che tenta subito l’attacco su Rosbberg, ma già poche curve dopo Hulkenberg va in testacoda e si tocca con Ericsson si toccano; esce la safety car e la gara viene neutralizzata. Problemi anche per Verstappen e Grosjean. L’olandese deve sostituire il muso, mentre il francese dopo un lungo pit-stop riparte. Da segnalare la partenza di Button, che approfittando anche degli incidenti entra in zona punti. Dopo 3 giri la Safety Car rientra; Rosberg accusa già dei problemi, mentre Raikkonen si porta davanti a Vettel. Tra i due è duello vero, con Raikkonen che prova a resistere  agli attacchi di Vettel. Al settimo giro Hamilton prende il comando delle operazioni, approfittando dei problemi del compagno, che lo lascia passare. Subito dopo, Nico si ferma ai box e si ritira. Vettel, così, guadagna la seconda posizione in classifica, superando il tedesco della Mercedes.

Nelle retrovie, Button perde il decimo posto, superato da Massa, Maldonado e Sainz. A proposito di duelli in famiglia, Kvyat tiene dietro Ricciardo. Al dodicesimo giro, grave incidente per Romain Grosjean, che esce da una Lotus  distrutta. Esce nuovamente la Safety Car. La gara riparte al giro 17 e con essa il duello tra Raikkonen e Vettel, con il tedesco che riesce a superare il finnico, mentre Sainz lotta con Ricciardo. Hamilton intanto  allunga di nuovo su  Bottas, portando il suo vantaggio  a 4″7 dopo 5 giri, mentre sul finnico della Williams rimonta Vettel, che al 24. giro si trova a un secondo e mezzo da lui. Guai in vista per Sainz, che ha pestato la linea bianca all’ingresso  dei box e si prende una penalità di 5 secondi. Al 27. giro inizia la tornata dei pit-stop con Bottas che rientra ai box, mentre si segnala un’uscita di pista di Maldonado. Dai box della Ferrari  parte l’incitamento a Vettel e Raikkonen a spingere perchè Bottas  si trova nel traffico. Al giro 31 Vettel si ferma e l’obiettivo viene centrato. Un giro dopo tocca anche a Raikkonen, ma si vede costretto a rimanere dietro. Al 33. giro la tornata per le posizioni di testa viene completata da Hamilton, leader incontrastato della gara. La situazione dopo i pit-stop ha portato al duello tra Ricciardo, Bottas e Raikkonen, che tenta l’attacco sul connazionale dellla Williams. Al  40. giro, Kvyat supera Massa. Al 43. giro, scatto di Vettel, che firma il giro più veloce momentaneo della gara. Massa, intanto, supera Kvyat, mentre Maldonado supera Button. Bottas al 45. giro ha la meglio su Ricciardo, che un giro dopo viene superato anche da Raikkonen, ma Iceman finisce lungo e si superare di nuovo. Ad approfittare  della  situazione in testa è Perez, che si porta alle spalle di Vettel. Al 47 giro testacoda per Sainz, che spegne la vettura e conclude così la sua gara. Il duello tra Ricciardo e Raikkonen prosegue con il finnico che riesce a guadagnare di nuovo la posizione. Anche Ricciardo viene costretto al ritiro da problemi alle sospensioni. Prosegue il duello tra Bottas e Perez del quale approfitta per infilarsi Kimi Raikkonen, che all’ultimo giro si scontra con Bottas e il finlandese della Williams mette fine alla sua gara, mentre il ferrarista riesce ad arrivare dietro a Massa al quinto posto. Hamilton così centra la vittoria numero 42 in carriera e allunga sugli avversari in classifica mondiale portando il suo vantaggio a 66 punti su Vettel. Finiscono a punti entrambe le McLaren. La Mercedes perde 3 punti di vantaggio sulla Ferrari, che scende a 166.

Pos. Pilota Naz. Team Distacco
1 Lewis Hamilton GBR Mercedes 53 giri
2 Sebastian Vettel GER Ferrari +5.953s
3 Sergio Perez MEX Force India +28.918s
4 Felipe Massa BRA Williams +38.831s
5 Kimi Räikkönen FIN Ferrari +42.358s
6 Daniil Kvyat RUS Red Bull Racing +47.566s
7 Felipe Nasr BRA Sauber +56.508s
8 Pastor Maldonado VEN Lotus +61.088s
9 Jenson Button GBR McLaren +79.467s
10 Fernando Alonso ESP McLaren +86.210s
11 Max Verstappen NED Toro Rosso +88.424s
12 Valtteri Bottas FIN Williams DNF
13 Roberto Merhi ESP Marussia +1 lap
14 Will Stevens GBR Marussia +2 laps
15 Daniel Ricciardo AUS Red Bull Racing DNF
NC Carlos Sainz ESP Toro Rosso DNF
NC Romain Grosjean FRA Lotus DNF
NC Nico Rosberg GER Mercedes DNF
NC Nico Hulkenberg GER Force India DNF
NC Marcus Ericsson SWE Sauber DNF


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Cristian Buttazzoni

"Life is about passions. Thank you for sharing mine". (M. Schumacher) Una frase, una scelta di vita. Tutto simboleggiato da un numero, il 27 (rosso, ma non solo)

Lascia un commento