F1 Gp Giappone: Rosberg in pole, ritorno Mercedes

26 Settembre 2015 – Nico Rosberg partirà davanti a Lewis Hamilton nel Gp del Giappone, al termine di un sabato che ha visto il ritorno della Mercedes ad alti livelli di competitività. Brividi sul finale di qualifica, con Daniil Kvyat protagonista di uno spettacolare incidente per fortuna senza conseguenze fisiche per  il pilota.

Il sabato del Gp del Giappone è iniziato con una terza sessione di prove libere durante la quale i piloti, per la prima volta nel weekend, hanno potuto girare su una pista completamente asciutta. Si è assistito dunque a simulazioni di brevi stint di gara utili a recuperare i dati che non è stato possibile raccogliere nella giornata di venerdì. In testa a tutti  Nico Rosberg e Lewis Hamilton, a dimostrazione di come la Mercedes a Suzuka sia solo lontana parente di quella vista a Singapore.

Poche sorprese nella prima fase di qualifica con l’eliminazione delle due Manor, delle due Sauber e di Jenson Button che, a differenza del compagno di squadra Fernando Alonso, non è riuscito a portare la McLaren-Honda oltre il taglio del Q1. In difficoltà anche le due Toro Rosso, entrambe eliminate nel Q2 (con Verstappen vittima di problemi tecnici) assieme a Nico Hulkenberg, Pastor Maldondo e Fernando Alonso.

Nel Q3 tutti i piloti hanno potuto effettuare un solo tentativo di giro veloce, a causa di uno spaventoso incidente di Daniil Kvyat avvenuto fra curva 9 e curva 10 sul finire di sessione che ha provocato una bandiera rossa. Il russo ha perso il controllo della Red Bull sbattendo violentemente sulle barriere e cappottandosi sull’erba della via di fuga. Fortunatamente solo tanta paura ma nessuna conseguenza fisica per Kvyat. La griglia di partenza vede in pole position Nico Rosberg, che  lungo tutto il sabato è sembrato più a suo agio sulla pista giapponese rispetto al compagno Lewis Hamilton che partirà al secondo posto. In seconda e terza fila troviamo Bottas davanti a Vettel e Massa davanti a Raikkonen. Presumibilmente quella fra Ferrari e Williams sarà la lotta per il terzo gradino del podio, con le Mercedes che, complici pista, temperature e mescole di gomme favorevoli, sembrano destinate a tornare a farla da padrone nella gara di domenica.

Q3

1. Nico Rosberg, Mercedes, 1:32.584

2. Lewis Hamilton, Mercedes, 1:32.660

3. Valtteri Bottas, Williams, 1:33.024

4. Sebastian Vettel, Ferrari, 1:33.245

5. Felipe Massa, Williams, 1:33.337

6. Kimi Raikkonen, Ferrari, 1:33.347

7. Daniel Ricciardo, Red Bull, 1:33.497

8. Romain Grosjean, Lotus, 1:33.967

9. Sergio Perez, Force India, No time

10. Daniil Kvyat, Red Bull, No time.

Q2

11. Nico Hulkenberg, Force India, 1:34.390

12. Carlos Sainz, Toro Rosso, 1:34.453

13. Pastor Maldonado, Lotus, 1:34.497

14. Fernando Alonso, McLaren, 1:34.785

15. Max Verstappen, Toro Rosso, No time.

Q1

16. Jenson Button, McLaren, 1:35.664

17. Marcus Ericsson, Sauber, 1:35.673

18. Felipe Nasr, Sauber, 1:35.760

19. Will Stevens, Manor, 1:38.783

Outside 107%

Alexander Rossi, Manor, 1:47.114


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Pierpaolo Verri

Ho 21, vivo a Lecce e studio giurisprudenza. Amante dei motori, cresciuto con le gesta di Schumacher e della Ferrari, mi diverto a raccontare lo sport più bello del mondo: la F1.

Lascia un commento