F1 Ferrari style, testa bassa e niente facili entusiasmi

23 settembre 2015 – Alla vigilia della gara di Suzuka, dopo la straordinaria vittoria a Singapore, i media e i tifosi hanno ricominciato a sognare parlando addirittura di una possibile rincorsa mondiale. La Ferrari, attraverso il proprio sito, riporta tutti coi piedi per terra.

 

La Ferrari in questo 2015 non si lascia andare a facili entusiasmi e tiene a specificare come gli splendidi risultati fin qui ottenuti siano sintomatici del giusto percorso intrapreso per tornare al vertice della Formula 1. Essere tornati a vincere e poter lottare ancora per uno o più GP da qui a fine stagione servirà a fortificare un gruppo che sta diventando sempre più vincente senza per forza  dover considerare  ora il peso di una lotta mondiale.

 

 

Ecco quanto appare sul sito ufficiale della rossa.

 

“La vittoria di Sebastian Vettel all’ultimo Gp di Singapore, e il podio completato dal terzo posto di Kimi Raikkonen, sono una spinta formidabile al morale della squadra e un giusto riconoscimento al lavoro svolto finora da tutta la Scuderia. E’ normale che i media sfruttino questa opportunità per parlare di titolo mondiale ancora in ballo, ma il team ha una prospettiva diversa e ciascuno tiene i piedi saldamente a terra.”

 

Parole che sembrano dettate dal Team Principal Maurizio Arrivabene per non creare ulteriori aspettative nei confronti di una stagione che è già andata meglio di come, anche all’interno della Ferrari stessa,  tutti si sarebbero augurati a inizio anno.

Resta il fatto che tale comunicato ha più il compito di scaricare la pressione dagli uomini in rosso, caricandola  tutta su quelli della Mercedes. E’ proprio quella capitanata da Toto Wolf la squadra che, in caso di ulteriori problemi di affidabilità, si troverebbe nella scomoda situazione di dover lottare per difendere un titolo praticamente già vinto. Siamo certi che la rossa non mollerà.

 

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

Lascia un commento