F1 Gp Montecarlo 2015 : Conferenza stampa dei piloti

20 maggio 2015 – Si apre ufficialmente il Gran Premio di Montecarlo con la solita conferenza stampa dei piloti. Tra i presenti: Hamilton, Raikkonen, Bottas, Button, Ericsson.

 

Hamilton: “Sono con la Mercedes dall’inizio della mia carriera ed è stato facile per me accordarmi e proseguire con loro. Non ho mai pensato di cercarmi un’altro team, ne che fosse finito il mio tempo ne tanto meno fosse giunto il momento di cambiare aria. Avrò 33 anni a fine contratto quindi, se entrambi lo vorremmo, potrei firmare un’altro prolungamento. Non credo che i cambiamenti di regolamento del 2017 influiranno più di tanto sulle nostre prestazioni e di sicuro non ha influito sulla mia scelta. 

Riguardo a questa gara, non credo che ciò che è accaduto l’anno scorso possa influire sul mio comportamento di quest’anno. Cerco di fare la mia gara, e spero di avere un week end perfetto, che molti grandi piloti hanno avuto qua. 

 

Button: ” Dopo l’ultima gara ero molto demoralizzato. I test successivi ci hanno aiutato e ridato un pò di fiducia. Alla fine sono soddisfatto, il lavoro svolto da febbraio fino ad oggi sta dando i suoi frutti.”

 

Ericsson: “Dopo la Cina siamo un pò calati, migliorando però in qualifica. Spero di entrare a punti perchè ho sfiorato la top ten l’anno scorso con una macchina non prestazionale, quindi per quest’anno ho grandi aspettative. 

Raikkonen: “Anche se Bottas è finlandese, non lo conosco molto bene. Ogni anno ci sono dubbi e incertezze, ma non credo sia arrivato il mio momento di lasciare la Ferrari”.

“In qualifica quest’anno non ho ottenuto il massimo. Qui il sabato conta tanto, ma la pressione non cambia. Fare bene è importante, ma non possiamo azzardare previsioni”.

Bottas:“Spero di sfatare la sfortuna che mi lega a Montecarlo. Ho corso qui due volte, e non ho mai visto traguardo e nemmeno raggiunto la Q3. Tra l’altro questa sfortuna l’ho avuta anche nelle formule minori”.

Jenson Button in the garageDurante la conferenza stampa, i piloti sono stati interpellati anche sui cambiamenti regolamentare in vista nel 2017. In molti hanno risposto con un semplice “Si”, molto più preciso invece Button che commenta: “Di sicuro è una rivoluzione se si guarda la Formula 1 degli ultimi 5 anni. Bisogna tenere conto anche della sicurezza e che sono cambiati i motori con cofani motori già di per se molto stretti. L’evoluzione porta al ritorno dei pit stop, ma serve anche ad aumentare lo spettacolo. Come presidente della GPDA possiamo aiutare, consigliare la FIA e anche in questo cambiamento abbiamo dato il nostro supporto“.



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Sarpero

28 anni di vita e 29 passati ad amare la Formula 1. Senza se e senza ma. Amante del web per passione, storico di F1 per vocazione.

Lascia un commento