F1 Anche Briatore spinge per Bottas a Maranello

05 Maggio 2015 – Flavio Briatore ha espresso nuovamente alcuni suoi concetti, come sempre senza peli sulla lingua. Quest’ultimo è convinto che la Ferrari debba tenere Raikkonen per il 2016 per poi affondare il colpo Bottas. Il manager piemontese ne ha anche per Ecclestone. 

Di Alberto Murador

 

Flavio Briatore è tornato a parlare di F1 nella giornata di ieri nel corso della trasmissione radiofonica La politica nel pallone su GR Parlamento e nemmeno in questa occasione le sue parole non sono passate inosservate.

L’ex team manager di Benetton e Renault ha ribadito innanzitutto che la Ferrari debba tenere Kimi Raikkonen per il 2016 dato il grande stato di forma del finlandese per poi puntare tutto su Valtteri Bottas. A Briatore non convince l’idea trapelata in questi mesi secondo la quale Lewis Hamilton sarebbe uno dei candidati per un sedile in Ferrari:

Non è detto per forza di cose che Hamilton vada in Ferrari, credo che Lewis sta bene dov’è visto che è capace di mettere Rosberg è sotto pressione. Anche quest’anno è lui il favorito per il titolo, ha la miglior monoposto della griglia. Inoltre la Mercedes non sta esprimendo realmente tutto il suo potenziale. Non è nel loro interesse vincere così facilmente. 

Infine su Ecclestone ha detto che resterà probabilmente nel circus un’altro anno, forse due al massimo. Briatore ha affermato che Mister E avrebbe la forza di rifare la F1, ma dovrebbe avere più sostegno da parte della FIA e da CVC.

Probabilmente non ci sarà più un gran personaggio come Bernie nel mondo della F1, subentrerà un board e un amministratore delegato con una gestione collegiale. Questo sarà un danno enorme, ci vuole un piccolo-grande dittatore che detti le regole in modalità prendere o lasciare.  


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento