F1 Un giro in pista a Shanghai
 

 


F1 Un giro in pista a Shanghai

09 aprile 2015 – La terza prova del mondiale si correrà a Shanghai in Cina, andiamo a capire il circuito e quali monoposto si adatteranno meglio.
Il tracciato che è stato disegnato dal famoso architetto Tilke e assomiglia al carattere cinese shàng (上) che significa “sopra” o “salire” ed è alla base del nome Shanghai. Il layout è simile a quello della Malesia con lunghi rettilinei e un buon mix fra curve veloci e lente. La sede stradale è molto ampia e ciò favorisce i sorpassi.
 –
Dopo il rettilineo iniziale si hanno due curve consecutive a destra che compiono quasi 360°, poi subito due a sinistra anch’esse molto lunghe. Queste prime curve sono difficili e in alcuni punti cieche, deve essere molto bravo il pilota a dosare gas e freno per avere una buona velocità in uscita per affrontare la lunga e veloce curva 5.
 –
La curva 6 é una curva di seconda marcia molto lenta e immette nella parte più divertente del circuito con una chicane da 3G di forze laterali. Successivamente si entra in una sezione più lenta con le curve a sinistra 9 e 10, poi un piccolo rettilineo e due curve a destra che portano nel più lungo rettilineo del mondiale, con 1170 metri di lunghezza. In seguito si ha un lento tornante e una curva a sinistra che porta sul rettifilo di partenza.
 –
In questo circuito, sebbene sia presente un lungo rettilineo, si usa un carico medio alto e si ha bisogno di tanta trazione in uscita dalle curve lente. Importante, anche se meno della Malesia, sarà l’usura delle gomme. Le temperature saranno più basse e si avranno problemi a scaldare le coperture con problemi di blistering e di graining soprattutto sull’anteriore sinistra, quella più sollecitata.
Le Ferrari potrebbero giovare di questa situazione e potrebbero adottare una strategia con una sosta in meno, essendo più delicate sulle gomme. Visti i lunghi rettilinei e la sede stradale molto larga si avranno molti sorpassi soprattutto con le auto con motore Ferrari e Mercedes, vedo più in difficoltà le autovetture che montano il propulsore Renault che se non riusciranno a sorpassare, si troveranno nel traffico dopo le soste ai box.
 –

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Stefanini

Ho 25 anni,sono un ingegnere meccanico e amo lo sport. Seguo soprattutto il calcio e la Formula 1.

Lascia un commento