F1 1000 CV in futuro, ma a costi minori!

22 Aprile 2015 – Ecclestone è tornato a dire la sua riguardo agli attuali propulsori V6 in F1, affermando che questi motori possono coesistere con il circus nei prossimi anni purchè divengano più sostenibili economicamente.

Di Alberto Murador

Nel weekend del gp del Bahrain si è riunito lo Strategy Group per discutere sulle possibili modifiche da adottare in futuro sulle attuali PU. Ovviamente non c’è ancora nulla di definito, però l’obiettivo è quello di incrementare la potenza dei propulsori fino a 1000 CV per aumentare lo spettacolo in pista e rendere le monoposto più difficili da guidare.

Le case costruttrici impegnate attualmente in F1 sono convinte di poterci riuscire tranquillamente partendo dall’attuale base. Chi nutre qualche dubbio al riguardo è però Bernie Ecclestone, il quale afferma che sarebbe impossibilearrivare a 1000 CV di potenza senza un incremento ulteriore dei costi. Mister E ha ribadito l’importanza nel ridurre i costi di questi motori, sopratutto per quel che riguarda le forniture ai team minori:

In futuro motori di 1000 CV? Ok, ma a quale prezzo? Purchè tutti team abbiano gli stessi identici propulsori, ma sopratutto ad un costo accessibile per tutti i team. “

Chiaramente se dipendesse esclusivamente da Ecclestone, si tornerebbe ai vecchi V8 aspirati. Però ricordiamo che la F1 è sinonimo di sviluppo tecnologico e probabilmente (secondo l’opinione di chi scrive) tornare indietro agli aspirati non sarebbe la giusta strada per questo sport.

Per arrivare alla soglia dei 1000 CV basterebbe eliminare il limite imposto dalla FIA dei 100 kg di carburante da utilizzare per singolo Gp, lasciando anche libera la possibilità di aumentare il numero di giri di rotazione dei motori con conseguente aumento della potenza. Però sorgerebbe un altro problema in tal caso: con power-unit da 1000 CV l’affidabilità verrebbe messa ulteriormente a dura prova rispetto ad ora e le percentuali di rotture nel corso di una stagione aumenterebbero, portando ogni singolo team ad utilizzare un numero maggiore di power-unit  con conseguente innalzamento dei costi.

Sembra facile ma trovare una giusta soluzione per il futuro della F1 è tutt’altro che scontata.

 


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".