F1 La Ferrari preoccupa i rivali

10 febbraio 2015 – La Ferrari è stata la protagonista indiscussa dei primi test di Jerez de la Frontera, in Spagna. Non solo buoni tempi ed entusiasmo tra i supporters, le rosse hanno iniziato a preoccupare seriamente i propri rivali. 

Siamo nel periodo di pausa tra la prima e la seconda sessione di test pre-stagionali e per quanto possano essere altamente indicative, nel mondo della F1 si iniziano a tirare le primissime somme. E’ indubbio asserire che nei test di Jerez della settimana scorsa un colore, più di tutti, ha riflesso il timido sole andaluso: quello della Ferrari.

La rossa di Maranello è apparsa in ottima forma sin da subito, ottenendo – alla fine della quattro-giorni – per ben tre volte il miglior tempo della classifica di giornata. Poco conta, questo è già stato ribadito, ma è pur sempre una iniezione di fiducia per tutto l’ambiente di Maranello, cosi sconvolto dall’anno appena passato sia in termini di risultati che di gestione della squadra.

Ma a parte l’entusiasmo regalato ai propri supporters, la Ferrari inizia a far parlare – bene – di se anche ai propri rivali, che cominciano a “temere” lo stato di forma delle vetture del cavallino rampante. Se, infatti, agli occhi di qualcuno all’apparenza più freddo e razionale possa sembrare che i tempi delle rosse siano stati frutto di carichi di carburante tutt’altro che elevati, sono proprio quelli che hanno visto in pista a SF15-T a dare i giudizi più bene-auguranti: i rivali delle rosse.

Sono Daniel Riccardo e Felipe Massa i primi a venire allo scoperto: il pilota australiano della Red Bull, tramite un podcast diffuso dai canali social del circuito di Melbourne, si è detto impressionato del grande balzo in avanti visto a Jerez da parte della Ferrari ma attendista nel dare un giudizio definitivo sulle rosse prima di vederle in azione in una gara vera; di parere simile anche il pilota brasiliano della Williams-Mercedes, il quale inizierà seriamente ad essere impaurito da Vettel e Raikkonen qualora nei prossimi test di Barcellona i loro tempi si confermassero.

Anche se mancano poco più di 30 giorni allo start di Melbourne, per la Ferrari c’è tanta tanta strada ancora da percorrere. Una sicurezza però a Maranello già la hanno: quella di aver impressionato sin da subito i propri rivali alla parte alta della classifica. Non male come inizio.


Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".