F1 Adrian Newey torna full-time nel 2017?

13 Febbraio 2015 – Stando alle affermazioni del team principal della Red Bull Horner riportate dal magazine  “Totalrace”, il ritorno di Adrian Newey in F1 potrà concretizzarsi con il nuovo regolamento tecnico a partire dal 2017.

In F1 dal punto di vista tecnico si sente già la mancanza del “genio dell’aerodinamica” Adrian Newey che dopo i numerosi titoli conquistati in questi ultimi anni con la Red Bull ha deciso di ricoprire solo il ruolo di coordinatore del progetto RB11. Uno dei suoi sogni da sempre sottolineato dal tecnico inglese è la progettazione di uno barca a vela da competizione.

Tuttavia con il nuovo regolamento tecnico che potrebbe partire dal 2017, si potrebbe rivedere nuovamente Newey ritornare a tempo pieno a dedicarsi alla F1. Newey è sempre stato il più bravo ad interpretare tali cambiamenti nella F1, quindi per lui questa eventuale nuova sfida potrebbe rappresentare una valida alternativa per poter tornare a progettare. A confermarlo è proprio l’attuale team principal della Red Bull Chris Horner cheha affermato che il dietro-front di Newey da l’ha possibilità ad altri tecnici di crescere e di dimostrare il loro valore.

Se le norme dovessero diventare meno restrittive in futuro, un ingegnere a caccia sempre di nuove sfide tecnologiche come Adrian potrebbe pensare di tornare a concentrarsi a tempo pieno nella F1.” Ha affermato Horner.

Newey ha lasciato momentaneamente il mondo della F1 per via delle restrizioni tecniche sempre più severe per quel che riguarda la progettazione dei telai delle attuali monoposto di F1.

Egli avrebbe affermato che al giorno d’oggi le monoposto sono praticamente uguali tra loro, ed il più grande elemento di differenziazione delle prestazioni sono le power-unit nell’era del ritorno dei motori turbo:

A mio avviso l’attuale regolamento è troppo restrittivo, c’è il timore che con delle regole meno restrittive un team potrebbe avere enormi vantaggi rispetto agli altri. Con questo regolamento “congelato” a livelli di aerodinamica è difficile distinguersi come chief designer rispetto ad altri, con le attuali regole viene data troppa importanza alla power-unit, piuttosto che nell’aerodinamica. “

D’altronde non si può dare torto a Newey, in questi ultimi anni il regolamento imposto dalla FIA, per quel che riguarda l’aerodinamica nella F1, è stato man mano sempre più “restrittivo “. Per un ingegnere che è sempre alla ricerca di nuove sfide, non è di certo stimolante progettare monoposto con gli sviluppi così limitati. Speriamo che dal 2017 torni il vero concetto più libero di ricerca tecnologica e sviluppi a telaio e motore.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento