F1 | Gettoni Honda: solo 1/4 dello sviluppo rispetto agli altri?

20 gennaio 2015 – Dalla Germania si iniziano a fare alcuni calcoli su quanto la Honda potrebbe sviluppare il proprio propulsore V6 ibrido durante la stagione. AMuS riporta alcune cifre. 

Honda Power Unit 2014In questo periodo di non facile comprensione in termini di regolamento e risvolti futuri, ricordiamo che la Fia ha concesso di continuare gli sviluppi sulla power unit dopo la prima omologazione ufficiale del 28 febbraio. La questione rimasta irrisolta è: quanto possono farlo Mercedes, Renault, Ferrari e soprattutto Honda? Se i primi, dalla fine del 2014, hanno a disposizioni i famosi 32 gettoni, ai giapponesi, essendo un nuovo costruttore, è stata concessa la discutibile possibilità di poter progredire il loro prodotto nella misura in cui non lo fanno gli altri (paradossalmente se gli altri tre portassero ad omologare i vecchi motori senza spendere alcun gettone nello sviluppo, la Honda avrebbe esattamente i 32 gettoni da spendere così come tutti gli altri; difficile da capire, forse, ma potete approfondire il discorso qui).

Ecco perché, nonostante la certezza per ognuno sarà data dalla Federazione Internazionale alla fine del mese prossimo, dalla Germania iniziano a prendere forma numerose ipotesi anche alla luce della notizia di ieri (approfondimenti qui) secondo la quale la Mercedes inizierà la stagione con una power unit sviluppata (e non con quella dell’anno scorso) utilizzando circa 26 token. Le fonti tedesche aggiornano quindi i calcoli considerando le “voci dal paddock” che danno l’utilizzo di circa 25 token per Renault ed altrettanti 20 per la Ferrari. Ricordiamo che questi numeri sono forniti da Auto Motor und Sport sulla base delle loro “informazioni”.

Quindi, dando per reali questi numeri, se si considera il numero di gettoni rimanenti per ogni costruttore e si fa la media, ad Honda spetterebbero solo 8 gettoni da utilizzare dal 28 febbraio fino a fine stagione. Ciò corrisponde al 12% dell’intero motore, che non è proprio la situazione ideale per i giapponesi ma è pur sempre qualcosa su cui le menti del Sol Levante potranno lavorare specie se consideriamo che fino a qualche giorno fa la Honda avrebbe dovuto omologare il proprio prodotto per poi congelarlo fino a fine stagione.

Tanti numeri e tanta matematica. La F1 moderna è un po’ anche questo.

 


Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".