F1 | Ferrari 2015, Marchionne ammette: “Siamo in ritardo!”

22 Dicembre 2014 – Ultima conferenza stampa 2014 della Ferrari a Fiorano. Presenti il neo-presidente Sergio Marchionne ed il team principal Maurizio Arrivabene. A quanto pare il progetto 2015 è già in ritardo rispetto alle previsioni. Secondo Arrivabene, conquistare un paio di gare sarebbe il massimo possibile. 

marchionneIn occasione dell’ultimo incontro con la stampa della Ferrari tenutasi a Fiorano, le dichiarazioni rilasciate dal presidente Marchionne e dal team-principal Arrivabene lasciano intendere che il 2015 a Maranello sarà una stagione completamente diversa rispetto alle precedenti, una stagione dove bisognerà per forza di cose ripartire da zero.

Si parla di una Ferrari tutta nuova, a partire da una squadra conscia del fatto che per tornare a vincere dovrà affrontare numerose difficoltà. Le parole pronunciate da Sergio Marchionne fanno capire che la strada per tornare al successo non sarà affatto semplice:

Il prossimo anno per la Scuderia Ferrari sarà l’anno delle ripartenza da zero, una stagione di transizione dove il nostro compito sarà quello di intraprendere la giusta strada per tornare competitivi il prima possibile. Il progetto della monoposto 2015 è in ritardo rispetto alle nostre ultime previsioni a causa di quest’anno appena passato che ha influenzato negativamente anche il prossimo futuro. Vogliamo metterci alle spalle questa stagione negativa, magari ripartendo dal fatto che abbiamo ottenuto una vittoria sul regolamento tecnico, con la possibilità di apportare modifiche alla power-unit a stagione in corso. Anche se ci vorrebbero ancora diversi cambiamenti, non è certo un regolamento da F1 questo!

Sulla questione Mattiacci poi, ha così risposto ai giornalisti:

Credo indubbiamente che Marco abbia svolto un ottimo lavoro in America ma mancava di esperienza in F1 e di certo in un anno non puoi accumularla. Però è anche vero che in questo sport il tempo è sempre poco ed è per questo che ho pensato a Maurizio Arrivabene. Quest’ultimo è da molti anni che è a stretto contatto con il mondo della F1, quindi ha già molta esperienza che tornerà utile al team.

maurizio_arrivabeneLo stesso Marchionne ha poi confermato l’ingaggio di Jock Clear all’interno del team per il 2015 ufficializzando ormai la completezza dell’organico e chiudendo definitivamente le porte ad Adrian Newey e Ross Brawn.

Di seguito, invece, un estratto delle prime parole di Maurizio Arrivabene come team principal della Ferrari. Il nuovo manager della Gestione Sportiva ha voluto esprimere un suo parere personale su quello che sarà il prossimo futuro per il team di Maranello:

Partiamo dal fatto che non sono un mago: io credo vivamente nel lavoro di squadra e non sul successo del singolo uomo. Naturalmente James Allison è il responsabile tecnico nel team ma dietro di lui ci sono numerose persone che collaborano ed è proprio con il lavoro di squadra che si potrà tornare al vertice. Come nuovo team-principal do ovviamente il benvenuto a Sebastian Vettel. Sono sicuro che un quattro-volte campione del mondo come lui aiuterà molto la squadra a tornare competitiva. La stessa cosa la potrà fare anche Raikkonen, nonostante abbia avuto un 2014 molto complicato. Se dovessimo riuscire a vincere anche solo due corse per noi sarebbe già un trionfo! 

Intanto, notizia di pochi minuti fa, la Ferrari ha confermato che la vettura del prossimo anno ha superato il crash test regolamentare della FIA.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".