F1 | Solo tre giri per la McLaren-Honda
 

 


F1 | Solo tre giri per la McLaren-Honda

25 novembre 2014 – Primo giorno di test ad Abu Dhabi dopo la conclusione del campionato 2014. Primi test rivolti già al 2015 per tutti i team impegnati in pista quest’oggi che si sono concentrati nella raccolta di dati da trasportare alle vetture nella fasi progettuali finali.

La più attesa ovviamente la McLaren, che quest’oggi è scesa in pista con il nuovo motore Honda. Propulsore stavolta completo anche della parte ibrida non installata a Silverstone durante il finimmo day. ERS che in effetti ha creato molti problemi, ma d’altronde li creò anche a molti altri team lo scorso anno nelle prime fasi di collaudo. Negli unici tre giri completati dalla McLaren però si è potuto vedere che il team di Woking aveva l’intenzione di testare nuovamente la nuova ala firmata dal suo nuovo ingegnere aerodinamico Podromou ed ispirata largamente alla Red Bull (ex squadra del tecnico di Woking). Vedi foto sotto.

comp_ala_mcl_red2

Osservando poi il corpo della vettura è possibile vedere come non siano presenti novità di nessun tipo sulla McLaren MP4-29 motorizzata Honda rispetto a quella motorizzata Mercedes. Assolutamente identiche anche la dimensioni delle pance laterali (era impensabile che venisse curata una rastremazione delle pance in questa fase di collaudo in cui i problemi sono altrove).

Da segnalare invece come siano stati aggiunte sulla fiancata sinistra, delle fessure di out-flow per favorire lo smaltimento del calore.

out

E’ importante dire infatti come la nuova McLaren Honda abbia posizionato l’intercooler nella fiancata destra e quindi nella sinistra è ospitato quello che si fa carico del motore e di alcuni altri componenti.



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

Lascia un commento