F1 | Prost convinto, 2015 difficile per la Ferrari
 

 


F1 | Prost convinto, 2015 difficile per la Ferrari

22 Ottobre 2014 – La leggenda della F1 Alain Prost, ha rilasciato una lunga intervista ai media spagnoli durante la finale del World  Series By Renault, sul circuito di Jerez de la Frontera, dove ha parlato dell’arrivo di Vettel in Ferrari e anche del futuro di Fernando Alonso.

prost_2Sul circuito spagnolo di Jerez, Alain Prost, ha rilasciato una lunga intervista ai media spagnoli, dopo le finali del World Series by Renault. Il 4 volte campione del mondo ha assistito all’evento in qualità di ambasciatore Renault, ed ha concesso un’intervista in cui si è parlato soprattutto del pilota di casa Fernando Alonso e del futuro della Ferrari con Vettel. Il campione transalpino infatti, è stato più volte accostato all’attuale pilota Ferrari, visto il vociferarsi di un suo possibile “anno sabbatico”, proprio come fece l’ex pilota di Mclaren, Williams e Ferrari, nel 1992, per poi tornare l’anno successivo per siglare il suo 4° ed ultimo successo mondiale:

La tecnologia non cambia, se un pilota decide di prendersi un momento di pausa, si prepara, si riposa e quando torna è più forte di prima e in questo modo va bene, ma se uno si ferma e non fa nulla, il ritorno sarà molto più complicato. Nel caso di Fernando, nel caso avesse già in tasca un contratto con la Mercedes per il 2016, ma se non è così, è difficile.

Sulla Ferrari invece, il francese ha espresso più di una perplessità sulla decisione di Vettel di approdare a Maranello, visto che, come vi abbiamo riportato nei giorni scorsi, il progetto della Rossa sembra ancora essere ai livelli delle vetture di testa. Su questo, Prost ha dichiarato:

Per Vettel sarà dura il prossimo anno. A Maranello non possono pensare di essere pronti a vincere fin da subito. Stanno affrontando un momento di grandi cambiamenti e ci vuole tempo per ricostruire il tutto. Fernando lo ha dimostrato, non è il pilota che gestisce la squadra. I tecnici e il driver devono andare nella stessa direzione, altrimenti non si cava un ragno dal buco.

Per la leggenda francese quindi, la scelta di Vettel potrebbe riservargli un altro anno difficile e lontano dai vertici delle classifiche, anche se l’obiettivo di Marchionne e del team principal Marco Mattiacci, è quella di aprire un ciclo come per Schumacher, vedendo nel connazionale del 7 volte campione del mondo, l’uomo capace di risollevare dal baratro la casa di Maranello.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento