F1 | Wolff: Regola sui team radio poco chiara.

14 Settembre 2014 – Toto Wolff esprime perplessità sull’ abolizione/restrizione dei team radio. La regola non è chiara e lascia spazio ad interpretazioni. È necessario chiarire i margini di manovra.

Ve ne avevamo gia parlato giorni fà in questo articolo, i team radio come li conosciamo oggi, non esistono più.

Toto-WolffLa nuova regola approvata giorni addietro e con effetto immediato sancisce un cambiamento importante nel modo di condurre una vettura da parte del pilota. È sopratutto cambia radicalmente l’influenza del team nelle decisioni del pilota durante un GP.

I team radio di fatto violerebbero l’articolo 20.1 del regolamento sportivo, che recita “ogni pilota deve essere in grado di condurre la propria vettura autonomamente e senza aiuti“. L’intervento del team violerebbe questo comma legale.

Tuttavia regolamentare i team radio espone a problemi di tipo interpretativo. Come ci si accerta che le comunicazioni tra piloti e ingegneri avvengano senza l’utilizzo di linguaggio codice?

Toto Wolff: Questa è senza dubbio una decisione complessa e controversa, il regolamento non è completamente chiaro . In questo modo è inevitabile andare incontro a controversie, sarà necessario chiarire come gestire le procedure essenziali di sicurezza e non solo. Tutto ciò richiederà un massiccio impegno da parte del team per capire come lavorare al meglio con questa nuova regola.

Certamente cambiare regole a stagione in corso è qualcosa alla quale la FIA ci sta abituando, resta tuttavia un azzardo, e Wolff ora pare voler tutelare piloti e team .

Seguici su Facebook


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

One thought on “F1 | Wolff: Regola sui team radio poco chiara.

Lascia un commento