F1 | Conferenza stampa Marchionne – Montezemolo sul futuro Ferrari

10 settembre 2014 – In un clima molto sereno a Maranello, si è da poco conclusa la conferenza stampa congiunta tra Marchionne e Montezemolo. Durata circa un’ora, il passato e il futuro della Ferrari hanno risposto a domande di giornalisti autorevoli giunti da ogni parte d’Italia e del mondo.

Montezemo è stato spesso interpellato sul suo operato e all’inizio ha anche faticato a trattenere l’emozione. Marchionne invece, molto più composto, ha speso parole atte a tranquillizzare i tifosi che temono uno smantellamento della Ferrari verso altri paesi emergenti. I due hanno spesso riso e scherzato assieme, quasi a voler smentire le voci che li davano acerrimi rivali.

montezemolo_ferrariMontezemolo: “E’ inutile guardare indietro esco da un’azienda con numeri eccezionale. La Ferrari è la cosa più importante della mia vita insieme alla mia famiglia e ancora oggi nonostante gli anni spesso il mio morale dipende dai risultati in pist. La Ferrari vuol dire cultura e passione e io amo il territorio che la ospita perchè senza di esso la Ferrari non sarebbe quel che è. In fabbrica e nei campi gara ci sono persono eccezionali e il mio ricordo va a Micheal Schumacher in questa dura fase della sua vita. Si apre una nuova fase ed è giusto che al mio posto arrivi l’amministratore delegato del gruppo. Me ne vado ma lascio i cassetti pieni di idee, io ricordo quando arrivai  era totalmente in crisi e ricordo che il New York Times titolò che anche la Ferrari era in cassa integrazione. “

 

 

marchionneMarchionne: “Non c’è intenzione di integrare la Ferrari con altri marchi o altre realtà diverse da quella che è. Rispetto a sabato e domenica non è cambiato niente, è stato solo un polverone. E’ una cosa di cui parlavamo da molto tempo. La Ferrari è un mondo a se. Non verrà inserita in nessun polo del lusso. L’aspetto sportivo della Ferrari è in primo piano: la Ferrari deve vincere, e noi ci daremo da fare affinché avvenga. La buona uscita è un dettaglio che discuteremo in consiglio, lo saprete a tempo debito.”


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Sarpero

28 anni di vita e 29 passati ad amare la Formula 1. Senza se e senza ma. Amante del web per passione, storico di F1 per vocazione.

Lascia un commento