F1 | Williams: “Spa e Monza, piste adatte a noi”

Grove, 3 agosto 2014 – La competitività della FW36 fa ben sperare al team Williams che vuole diventare la seconda forza del Mondiale di F1 2014 dopo la Mercedes.

williams_malesiaLa prima parte di stagione per la Williams è stata più che positiva. Dopo un 2013 pessimo, con l’aiuto della power unit Mercedes e di un nuovo staff tecnico, il team di Grove è riuscito a progettare una macchina abbastanza competitiva in grado di conquistare ben tre podi con il giovane Valterri Bottas e una pole con il nuovo acquisto Felipe Massa.

Tuttavia i risultati ottenuti in questa prima parte di campionato e la quarta posizione nella classifica costruttori non sembrano bastare alla Williams. Infatti ai microfoni di Autosport, il nuovo responsabile degli ingegneri Rob Smedley ha dichiarato che l’obiettivo della squadra è quello di superare sia la Ferrari che la Red Bull per conquistare il secondo gradino del podio.

“Il nostro obiettivo è la seconda posizione tra i costruttori e credo sia raggiungibile“, ha commentato Smedley, passato alla Williams ad inizio 2014. “Se guardiamo ai risultati delle ultime cinque gare Budapest è stata un po’ anomala, ma a Spa e Monza potremo ottenere il massimo visto che si addicono alle caratteristiche della nostra monoposto.”

Nonostante la FW36 si stia rivelando una monoposto davvero competitiva grazie anche al suo continuo sviluppo in galleria del vento, la squadra dovrà lavorare molto sui pit-stop, visti i numerosi errori commessi in gara che hanno compromesso i risultati dei due piloti. “Le nostre procedure di sviluppo e test sono molto migliorate e in continuo progresso, di conseguenza dovremmo avere meno difficoltà a tenere il passo degli altri o addirittura a fare di più. In ogni appuntamento impariamo qualcosa. Siamo ancora al 60% delle possibilità e il lavoro maggiore che ci attende è quello sui pit stop”.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento