F1 | Horner: “Vettel è stanco e il Renault è ancora indietro”

17 agosto 2014 – Chris Horner, direttore delle operazioni in pista del team campione del mondo in carica, da una sua analisi sugli attuali problemi in seno alla Red Bull: si parte da Vettel fino ad arrivare alla Power Unit progettata dalla Renault. 

La stagione agonistica 2014 è la peggiore della carriera per il quattro volte campione del mondo, Sebastian Vettel. Statistiche alla mano, si legge che mai il 27enne tedesco ha mancato la vittoria per ben dieci appuntamenti iridati consecutivi da quando è in forza alla Red Bull, dal 2009. E se la vittoria non dovesse arrivare entro fine stagione, questa statistica negativa si allargherebbe fino ad inizio carriera del tedesco, quando riuscì a vincere il GP d’Italia nel 2008 a bordo della Toro Rosso di Faenza. 

Con oltre metà stagione già in archivio, in Red Bull sanno bene che il feeling tra la RB10 e il suo primo pilota è tutt’altro che ai massimi livelli. Chris Horner ha fatto il punto della situazione e alle colonne di Auto Motor und Sport ha ribadito il suo pensiero sul pilota tedesco:

horner-redbull-f1“I suoi risultati (di Vettel, n.d.r.) in questa stagione sono combinazione di diversi fattori: in primo luogo c’è sicuramente il fatto che Seb ha vinto per quattro volte di fila il titolo mondiale ed il tutto è avvenuto con numeri stratosferici, impensabili all’inizio del nostro ciclo. Tutto questo, è durato per ben cinque anni, dal 2009, ed ora probabilmente è stanco. Lui è un pilota molto sensibile ed ha uno stile di guida molto particolare. La frenata per lui è una fase critica e probabilmente è li che ha perso la maggior parte del feeling con la vettura. Certo però non si devono dimenticare tutti i problemi, più o meno grandi, che ha avuto finora nel corso della stagione!”

Horner poi ha qualche parola anche per il nuovo propulsore ibrido fornito dalla Renault:

“Nella prima metà della stagione abbiamo avuto sempre circa 65 cavalli in meno della Power Unit Mercedes. Tutto sommato le due vittorie di Daniel (Ricciardo, n.d.r.) in Canada e Ungheria sono un risultato sensazionale che dimostra la grande prova di carattere del team per arrivare a compensare la mancanza derivante dal propulsore!” 

Con dieci gare già in archivio e otto ancora da disputare, è proprio dall’appuntamento belga di domenica prossima che Sebastian Vettel dovrà ricominciare a tornare davanti al proprio compagno di squadra che gli ha letteralmente strappato la leadership del box dei tori rossi.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato! Con F1Sport sin dalla nascita del progetto. Marito e padre, nella vita sono (anche) un ingegnere Sap. Seguimi anche su Twitter (@f_svelto).

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com