F1 | GP Belgio, Ferrari: Raikkonen rinasce, Alonso 7°

Spa 24 agosto 2014 – La F1 torna a Spa dopo la pausa estiva e lo fa nel migliore dei modi, gara bellissima e piena di colpi di scena. Ben figura la Ferrari con un ritrovato Kimi Raikkonen, quarto, mentre scivola indietro invece Fernando Alonso, soltanto ottavo posto per lo spagnolo.

Dopo la pausa estiva ci si aspettava una gara bella ed emozionante come in Ungheria ed il risultato ottenuto forse è ancora migliore di Budapest. Quarantaquattro giri di passione tra sorpassi, sportellate, bloccaggi e veleni via radio. Vince Daniel Ricciardo davanti a Nico Rosberg e Valtteri Bottas ma chi sorprende è Kimi Raikkonen: quarto posto per il finlandese che porta a casa la miglior prestazione stagionale con una condotta gara di tutto rispetto. Fernando Alonso, beffato già in griglia per un errore del team, prende cinque secondi di “stop and go” e di fatto è costretto ad una gara tutta all’attacco che conclude ottavo alla bandiera a scacchi (che diventerà poi un settimo posto a causa della penalizzazione di Magnussen).

1907796_895297190499906_7670186348894319372_nE’ uno dei maggiori intenditori e forse amatori di Spa, quest’oggi, ancora una volta, l’ha dimostrato con una gara che in tanti aspettavano.: Kimi Raikkonen, l’uomo Ferrari per questo weekend, a lungo in lizza per il podio. Il finlandese si dimostrato aggressivo come non mai nel corso della stagione. Per parecchi giri è stato ad un passo da Ricciardo che volava verso la vittoria, soltanto sul finale, grazie al gioco dei pit e alle gomme ormai finite, è sceso giù dal podio per mano di Rosberg prima e di Bottas poi. Una grandissima prestazione che probabilmente manda via un po’ di nuvole grigie che si andavano via via creando dopo le precedenti prestazioni senza troppo peso. Un quarto posto che poteva di certo essere un podio meritato, lascia ben sperare per il futuro, feeling e grinta dei tempi migliori ritrovati proprio sulla pista che maggiormente esalta IceMan. Con un Kimi Raikkonen in queste condizioni, la Ferrari può tornare a sorridere almeno quando la vettura consentirà di lottare per il podio. Queste le parole del finlandese a fine Gran Premio:

“Quando eravamo in terza posizione a pochi giri dalla fine, abbiamo tentato di difendere la posizione, ma la Williams era troppo veloce sul rettilineo. La prima volta sono riuscito a tenere dietro Bottas, la seconda però mi ha passato, non potevo farci nulla. Chiudere al quarto posto è deludente; abbiamo avuto però un venerdì difficile, ho fatto degli errori in qualifica. In gara, la cosa positiva è stato l’essere più veloci; è la prima volta che siamo riusciti a disputare una gara senza problemi, e so che abbiamo la velocità quando riusciamo ad evitare inconvenienti. Chiudere al quarto posto va bene, ma noi siamo qui per vincere le gare”.

10548002_895294453833513_8936638854457661955_oUna buona prestazione anche per Fernando Alonso, pur sfortunato, lo spagnolo riesce comunque a dire la sua e a far divertire con i vari duelli con il solito Vettel e le traiettorie non troppo lecite di Kevin Magnussen. Settimo posto per Fernando che già prima di partire era quasi certo della penalità ai box. Il tutto a causa di un problema all’alimentazione dalla F14-T che ha costretto al ritardo eccessivo i meccanici della Rossa. Per sua fortuna, lo spagnolo è poi riuscito a partire prima che anche l’ultimo pilota lo sopravanzasse evitando lo start dall’ultima posizione, successivamente, l’asturiano è riuscito a recuperare tutte le posizioni fino al quarto posto. Scontata la penalità di cinque secondi di “stop and go”, Alonso ha provato a riportarsi sul gruppo di testa senza riuscirci. Fernando si è reso poi protagonista di un duello a quattro con Magnussen, Button e Vettel, con il danese che è stato poi penalizzato per alcune traiettorie poco lecite proprio nei confronti dello spagnolo, classificatosi settimo dopo l’aggiornamento della classifica. Queste le parole d Alonso a fine gara:

“Alcune delle manovre di Magnussen erano al limite del regolamento; i commissari stanno già analizzando il tutto. Quando sei in battaglia per la sesta, settima posizione non cambia molto, quindi non vedo perché essere troppo aggressivi. Partendo quarti, saremmo sicuramente arrivati sul podio se non avessimo avuto problemi prima della partenza, visto che le prestazioni della macchina sono state buone per tutto il weekend e considerati i problemi delle Mercedes. Visto che Hamilton era fuori dai giochi, c’erano ottime possibilità di andare a podio. Dobbiamo però guardare avanti, a Monza sarà difficile, perché sui rettilinei perdiamo, ma dobbiamo pensare comunque positivo. Siamo leggermente migliorati in ogni gara, ed è positivo vedere che tutti i nuovi componenti migliorino la performance; speriamo di continuare così.”

Una gara che ha soddisfatto gli uomini di Maranello, senza i problemi al via per Alonso, il risultato poteva essere ancora migliore. Un buon segnale in vista di Monza dove non sarà facile competere con i motori Mercedes che di fatto hanno le velocità di punta migliori, seguendo la tradizione del Gran Premio d’Italia, il fattore pubblico conterà molto per la Ferrari anche se risulta difficile aspettarsi una Rossa sul prima gradino del podio.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento