F1 | F1Sport intervista Paul Hembery
 

 


F1 | F1Sport intervista Paul Hembery

26 agosto 2014 – F1Sport ha raggiunto Paul Hembery, direttore di Pirelli Motorsport, con cui abbiamo piacevolmente chiacchierato riguardo svariati temi, con sguardi al presente e al futuro di Pirelli in F1, passando per le nuove architetture a cerchi maggiorati.

Paul, stiamo assistendo, in questo 2014, a una rivoluzione senza precedenti in F1. Con l’avvento dei nuovi motori ibridi, quanto è aumentato lo stress per le gomme e come si è comportata Pirelli in fase di studio dello pneumatico a fine anno scorso? Credete, forse, di essere stati troppo conservativi in fase di progettazione? 

PH: “In fase di preparazione del prodotto per questa stagione, i team ci hanno fornito una notevole quantità di dati. Insieme con le nostre simulazioni al computer siamo stati in grado di sviluppare degli pneumatici adatti a “calzare” il nuovo tipo di monoposto di F1. Questa nuova generazione di vetture di F1 ha una erogazione di potenza completamente diversa, un valore di coppia notevolmente maggiore ai bassi regimi rispetto ai motori aspirati da 2.4 litri degli ultimi anni. Inoltre hanno sofisticati sistemi di recupero di energia che producono il doppio della quantità di potenza in più – circa 160 cavalli – rispetto ai KERS equivalenti dell’anno scorso.

Prendendo in considerazione il fatto che fino al primo test di fine gennaio scorso nessuno era stato in grado di verificare come le nuove vetture avrebbero lavorato insieme con le gomme, abbiamo deciso che il modo migliore di procedere sarebbe stato quello di rendere tutti i composti leggermente meccanicamente più resistenti, pur mantenendo gli stessi livelli di aderenza della scorsa stagione. Dopo la prima metà della stagione possiamo dire che nel complesso le gomme hanno lavorato bene, in linea con le nostre aspettative. Anche se alcuni dicono che siamo stati un po’ conservatori, tutto ciò che possiamo dire è che le gomme sono uguali per tutti.”

Sicuramente Pirelli sarà gia al lavoro sugli pneumatici del prossimo anno. Che tipo di pneumatici dobbiamo aspettarci per il 2015? Ci sono state indicazioni particolari dalla Federazione e dai team al riguardo?

PH: “Stiamo ricevendo continui feedback tecnici dalle squadre, e queste informazioni vengono naturalmente prese in considerazione per lo sviluppo di una nuova gamma di pneumatici. La nostra costruzione per il 2015 è quasi completata ma dovremo attendere le ultime gare della stagione prima di finalizzare i nuovi composti. Tuttavia le auto non cambieranno molto per il prossimo anno, cosi come anche i nostri pneumatici.”

Secondo lei, ci sono possibilità di vedere coperture morbide da utilizzare esclusivamente nelle qualifiche per aumentare il fattore spettacolo? 

PH: “Personalmente ritengo che una gomma da qualifica sarebbe una grande risorsa per lo sport e aumenterebbe lo spettacolo. Questa decisione, però, non spetta a noi bensì alla FIA ed alle squadre, in quanto comporta un importante cambiamento delle regole. Abbiamo sempre detto – e la cosa rimane valida – che faremo ciò che lo sport vuole fintanto che è fattibile per noi da un punto di vista finanziario.”

Dal suo ritorno in F1 nel 2011, Pirelli è l’unico fornitore del Mondiale di F1 ma verso la fine della scorsa stagione si vociferava di qualche marchio interessato all’approdo nel grande circus. Quanto sarebbe interessata, Pirelli, ad un eventuale nuova “guerra delle gomme” da un punto di vista di pura sfida tecnologica? Questa eventualità potrebbe, in qualche modo, portare a rivedere le strategie del gruppo per gli anni a venire?

PH: “Questa è un’altra decisione che non spetta a noi ma a chi compone le regole di questo sport. Siamo entrati in F1 come fornitore unico di pneumatici ma, qualora dovesse arrivare un altro produttore di pneumatici, la cosa non sarebbe di nessuna preoccupazione per noi, anzi sarebbe stimolante avere una forma di concorrenza. Tuttavia, nel clima economico attuale le squadre non sembrano volere due o più fornitori di pneumatici.”

A medio termine potremmo assistere all’introduzione di nuove coperture montate su cerchi decisamente più grandi degli attuali. Ci indichi un vantaggio e uno svantaggio delle nuove gomme da 18″ provate da Pirelli nei test di Silverstone del mese di luglio.

PH: “Lo scopo di testare uno pneumatico da 18 pollici a Silverstone, lo scorso mese, è stato più per mostrare visivamente come questi pneumatici apparirebbero sulle vetture di F1 attuali. Anche se un tale cambiamento potrebbe avvenire solo dopo la scadenza del nostro contratto attuale nel 2016, siamo in ogni caso pronti a costruire pneumatici da 18 pollici o ancora più grandi se necessario.”


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Lascia un commento