F1 | Una Mercedes “frenata”

30 luglio 2014 – La Mercedes in Ungheria ha sofferto più del previsto, la W05 pur dimostrando un potenziale ancora inarrivabile per la concorrenza, è stata “frenata” da alcuni problemi tecnici.

Dopo quanto accaduto nello scorso GP di Germania, che ha visto la rottura di un disco freno sulla vettura di Hamilton, la Mercedes ha deciso di utilizzare per il GP di Ungheria i dischi della Carbon Industrie, accantonando, per il momento, quelli della Brembo.

1

Questa scelta ha comportato però dei problemi alle vetture di Rosberg ed Hamilton. Con il tedesco colpito dal surriscaldamento dei dischi posteriori e con Hamilton anche lui in crisi con l’impianto frenante nella parte finale della corsa.

2

Sembrerebbe infatti che i dischi della Carbon Industrie lavorerebbero in modo ottimale a temperature ben più elevate di quelle della Brembo, ed i tecnici del team tedesco, infatti, per facilitarne il riscaldamento, avevano ristretto i condotti di raffreddamento dei freni con del nastro adesivo. Scelta però rivelatosi errata, con i dischi frenanti che sono andato troppo su con le temperature e Rosberg ed Hamilton in difficoltà. Vani i tentati poi dei tecnici durante i pit-stop di rimuovere il nastro dalle prese d’aria dei freni, quando ormai l’impianto frenante era compromesso.

Questa probabilmente il vero motivo per cui le Mercedes sono sembrate meno veloci rispetto agli scorsi GP. Lo dimostra anche l’ottimo passo gara che manteneva Rosberg nella parte iniziale di gara, prima dell’ingresso della Safety-Car. Non certo l’abolizione del FRIC che, anche su questa pista, sembra non aver influito sui valori in pista tra i vari team.


Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato www.antoniogranato.com