F1 | GP Germania, Mercedes: Rosberg stravince, Hamilton terzo

20 luglio 2014 – Nel gran premio di casa della Mercedes, Rosberg completa la festa della Germania Campione del Mondo, Hamilton infiamma il pubblico con una gran rimonta dalla ventesima posizione.

Nico Rosberg completa quella che passerà alla storia come la sua settimana d’oro: prima il matrimonio con la fidanzata di sempre, poi la Germania Campione del Mondo in Brasile, poi il prolungamento con le Frecce d’Argento fino al 2017, infine il dominio assoluto in casa propria.

Rosberg Nico vince per la prima volta in carriera il Gran Premio di casa e lo fa in grande stile dominando dall’inizio alla fine senza troppa fatica, una passeggiata trionfale verso l’ultimo appuntamento in Ungheria prima della pausa estiva. Fa eco il compagno Lewis Hamilton che infiamma i tifosi con una rimonta dal ventesimo posto e si piazza al terzo posto finale dietro a Bottas. Altro weekend, quindi, da incorniciare in casa Mercedes, altro dominio di un campionato che ormai è tutto d’argento. Unica nota negativa del weekend, il botta di Hamilton in qualifica che sembrava aver già segnato il weekend dell’inglese. Cosi non è stato e la rincorsa tra i birilli si è fermata al terzo posto.

Rosberg parte e saluta tutti fin dai primi metri, non crea subito il vuoto ma il ritmo gara è impressionante. Il tedesco non ha mai forzato il ritmo ne qualche manovra per sdoppiarsi o riprendere una posizione, una perfetta passeggiata trionfale davanti al suo pubblico di casa, altri 25 punti in cassaforte che lo portano a 190 punti in classifica. Il tedesco commenta così a fine gara:

“Vincere in casa è speciale, un’atmosfera bellissima e una macchina fantastica. Non vedo l’ora di andare in Ungheria, con la macchina che abbiamo al momento è un piacere guidare. Più importante di tutto c’è il matrimonio, dopo non c’è altro. Sono successe cose belle nei giorni scorsi, sono stato fortunato e anche oggi è una giornata speciale. Per ora guardo gara dopo gara, sono riuscito oggi a fare quel che dovevo: ampliare il vantaggio in classifica, e anche in Ungheria guardo alla vittoria.”

The logo for Mercedes-Benz on display at the Chicago Auto ShowDopo la paura e le voce tremolante nel team radio appena dopo il botto di sabato pomeriggio, Hamilton da spettacolo tra i rettilinei e le staccate di  Hockenheim, dopo 15 giri si ritrova già primo anche se temporaneamente, complice il pit stop del compagno Rosberg. Sorpassi su sorpassi e manovre al limite, una delle più belle su Kimi Raikkonen che passa al tornantino e ruote fumanti, sorpasso grandioso insieme a tanti altri durante i 67 giri totali. Lewis prende l’unico rischio danneggiando l’alettone anteriore in un contatto con l’ex compagno Jenson Button, sempre alla staccata del tornantino. Il danno è non cambia le cose e l’inglese si getta alla rincorsa di Bottas. Terzo posto finale dietro al finlandese, una grandissimo risultato vista la posizione di partenza ma allo stesso tempo una rimonta annunciata vista la nota aggressività di Lewis e la forza di questa vettura:

“Ho fatto il meglio che potevo partendo 20°, mi sono toccato con Button e si è danneggiata l’ala. Sono contento della mia gara, non era facile. Ho provato a passare Bottas ma era troppo veloce in rettilineo.”

Occhi puntati in Ungheria, ultimo appuntamento prima della pausa estiva, un circuito quasi kartistico, temperature elevate e curve in successione, da sempre terra di conquista di Lewis Hamilton che di certo tenterà di riavvicinarsi al compagno in vista del finale di stagione a partire da Spa. Il mondiale resta aperto ma solo per le Mercedes, toccherà agli altri tentare di spezzare l’incantesimo.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...