F1 | Williams e gli ordini di scuderia non rispettati

01 aprile 2014 – Il team Williams è rimasto deluso, ma ha sottolineato che gli ordini non erano una preferenza di riflessione per uno dei 2 piloti.

williams_mal_3Domenica a Sepang abbiamo assistito in gara ai primi ordini di scuderia di questa stagione 2014, con il team Williams che ha comunicato diverse volte a Felipe Massa di lasciar passare il suo compagno di squadra Bottas perchè più veloce del brasiliano.

Il “team radio” sentito da tutti gli spettatori diceva: “Felipe, Valtteri is faster than you” il messaggio era chiaro Massa doveva alzare il piede per forza per lasciare passare Bottas, dato che si lottava per preziosi punti per il campionato costruttori.

A fine corsa tutto il disappunto del team Williams ed in particolare del team manager Claire Williams, la quale rispondendo ad una domanda di un emittente televisiva brittanica ha detto: ” Come dovremmo comportarci con quello che ha fatto Felipe? “

Il messaggio radio è stato ignorato 2 volte da Massa, probabilmente anche perchè al pilota brasiliano saranno riemersi i ricordi del gp di Germania 2010 ad Hockenheim quando con lo stesso identico messaggio radio dovette alazare il piede e lasciar passare il suo compagno di allora Fernando Alonso.

Anche se inizialmente Claire Williams negò che fosse stato un ordine di scuderia, si vedeva il malumore fra Massa ed il team ed alla domanda se il team punirà Felipe, Claire ha semplicemente detto che quello che si doveva fare è stato fatto andandosene verso il motorhome.

Il capo degli ingegneri di pista del team Rod Nelson ha detto che il comportamento di Massa è costato al team il possibile sesto posto di Jenson Button, dicendo che Bottas aveva grandi chances di poter passare Jenson nel finale dato che il suo set di pneumatici aveva 5 giri in meno di quelle di Massa. Inoltre ha aggiunto che per Massa quel team radio non doveva essere interpretato come quando in Ferrari faceva il n° 2, in Williams ci sono due numeri uno e non un numero uno ed un numero due. Ora ne discuteremo con entrambi i piloti a concluso Nelson, dicendo che episodi così non accadranno più in Williams quest’anno.

Se Bottas fosse stato realmente più veloce di Massa non avrebbe avuto di certo bisogno degli ordini di scuderia per passare il brasiliano non trovate? Vedremo nei prossimi gran premi come si svilupperà la vicenda fra i 2 piloti del team di Groove.


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".